Ultimo aggiornamento: venerdi' 05 giugno 2020 21:50

Il retroscena: Inter tra l’affare Lautaro e le altre valutazioni. Cavani idea estiva che torna. E Aguero riflette

19.05.2020 | 23:50

Lautaro Martinez ha scelto il Barcellona, adesso ne parla anche chi non ci aveva creduto, ma non ha la minima intenzione di forzare la mano con l’Inter. Non ci sono ultimatum, non ci sono “dentro o fuori”, esiste il rispetto verso il club che l’ha scelto e gli ha permesso di consacrarsi in Europa. Ma lui vuole il Barcellona e il passaggio più importante è proprio questo: essendo la sua più grande aspirazione, giocare con Messi dopo aver accettato una mega proposta di ingaggio, anche l’Inter sa che – in caso di mancato accordo tra i club – bisognerebbe poi recuperare la migliore concentrazione  di un ragazzo giovane che ha scelto il suo futuro, pur imponendosi (e comunicandolo al suo entoruage) di non voler forzare la mano. C’è tempo. E’ una partita a scacchi, siamo appena a maggio, non c’è fretta, la possibile contropartita sono note da giorni (uno tra Semedo, Emerson e Junior Firpo), sapendo che Vidal sarebbe una storia a parte. Comunque condizionata dalla trattativa tra Inter e Barcellona per Lautaro. Il club nerazzurro continua a chiedere almeno 90 milioni più una contropartita tecnica (ripetiamo, Vidal è una storia a parte), unico passaggio per fare una sconto rispetto alla clausola da 111 milioni. E una volta trovato l’accordo? L’Inter deve prendere due attaccanti: uno che sostituisca Sanchez, se non fosse riscattato, un altro che prenda il posto di Lautaro. Dopo aver memorizzato il rinnovo di Giroud con il Chelsea e quello ormai clamorosamente sancito ieri di Mertens con il Napoli, la soluzione Cavani ha motivo di esistere dalla scorsa estate quando vi raccontammo i tentativi del club nerazzurro e la successiva decisione del Matador di restare a Parigi. In questi giorni Edinson vuole capire se ci sono margini per un rinnovo, verificare se arriverà un altro allenatore al posto di Tuchel, per ora  sta prendendo tempo con tutti (le offerte non mancano) anche in virtù di una Champions aperta con possibili chance di arrivare fino in fondo. Quindi, l’Inter c’è di nuovo, può esserci, ma bisogna aver pazienza. Cavani non sarebbe il sostituto di Lautaro, il profilo che piace sempre per l’eventuale eredità del Toro resta quello di Timo Werner con le nomali difficoltà dell’operazione. Occhio alle sorprese, un esempio può essere il Kun Auguro che ha un contratto fino al 2021 con il Manchester City e che non è particolarmente felice come ha fatto capire con qualche recente dichiarazione. Aguero è stato accostato al Napoli ma non abbiamo conferma. E’ sempre piaciuto all’Inter, per ora è una traccia, siamo in una fase del mercato troppo dipendente – nel caso dei nerazzurri  dalla definizione dell’affare Lautaro. E in attesa di capire come si evolveranno i rapporti tra il Kun e il City.

Foto: AS