Ultimo aggiornamento: sabato 06 giugno 2020 00:20

Veron ricorda: “Lo scudetto con la Lazio? Una situazione surreale. Che sorpresa Inzaghi allenatore!”

11.05.2020 | 18:40

Juan Sebastian Veron - Scout Nation

In occasione del ventennale dello Scudetto della Lazio, l’argentino Juan Sebastian Veron, oggi presidente dell’Estudiandes, ha voluto ricordare quei momenti: “Io e Nestor Sensini eravamo incollati a una radiolina, nella pancia dell’Olimpico, per seguire senza respirare gli ultimi minuti di Perugia-Juve. – racconta a La Repubblica – Una situazione surreale, gente intorno con le lacrime agli occhi e i nervi a pezzi.” Poi, un pensiero sul lavoro da tecnico di Simone Inzaghi: “È una grande sorpresa. All’epoca era molto giovane e non parlava mai di calcio. Piuttosto di donne [ride, ndr] o di altre cose, di calcio no. L’anno scorso sono andato a trovarlo a Formello, anche Peruzzi era d’accordo con me, ci abbiamo scherzato su: un’evoluzione fantastica la sua, ne sono felice. E tifo per lui.”

 

 

Foto: Scout Nation