Ultimo aggiornamento: giovedi' 14 november 2019 16:56

UN NEO-ESORDIENTE SULLE ORME DI PISANO: SIMONE PINNA, IL NUOVO CHE AVANZA IN CASA CAGLIARI

04.09.2019 | 10:30

Il rinnovo di contratto fino al 2022 ufficializzato nella giornata di ieri dal Cagliari è solo uno dei tanti momenti emozionanti di questo inizio stagione di Simone Pinna. La firma è infatti arrivata a coronamento di un’estate nella quale il giovane terzino ha partecipato per la prima volta al ritiro della prima squadra rossoblu per poi trovare anche l’esordio in Serie A. Alto 172 centimetri, Pinna è un laterale difensivo destro con buone doti atletiche e tecniche, che attacca a tutta fascia, mette cross velenosi in area e si dedica con impegno alla fase difensiva. La sua ispirazione arriva dall’ormai ex-juventino Joao Cancelo, ma ha trovato un modello concreto in Francesco Pisano, simbolo del Cagliari e ora capitano dell’Olbia, squadra in cui Pinna ha giocato nelle ultime tre stagione facendo tesoro dei suoi consigli sull’interpretazione del ruolo.

Simone Pinna nasce a Zeddiani, paesino di circa mille abitanti in provincia di Oristano, il 17 ottobre 1997. È lì che inizia a giocare a calcio, prima che la squadra più importante della Sardegna non gli riserva un posto nel suo settore giovanile. Nei primi anni i suoi genitori percorrono tutti i giorni più di duecento chilometri per portarlo a Cagliari per gli allenamenti. Risale passo dopo passo l’Academy rossoblu, gioca assieme a un suo coetaneo di nome Nicolò Barella e nella prima metà della stagione 2015/16 si mette in mostra con la Primavera. Le sue prestazioni sono così convincenti da indurre già nella finestra invernale di mercato la dirigenza a mandarlo in prestito all’Olbia per mettersi al più presto alla prova con il calcio dei “grandi”.

Il 17 gennaio fa già il suo esordio in Serie D a soli 18 anni e 3 mesi, colleziona 15 presenze nella stagione regolare e poi anche una ai playoff che la squadra gallurese, dopo esser arrivata quinta in campionato, vince meritando la promozione. Ecco allora che il 4 settembre successivo arriva per Pinna anche l’esordio nell’allora Lega Pro, confermandosi un titolarissimo per mister Michele Mignani. Il Cagliari lo osserva da lontano e gli rinnova il contratto fino al 2020, lui colleziona in totale più di 100 presenze nei tre anni e mezzo trascorsi a Olbia. Nel mezzo, si toglie anche la soddisfazione di esser convocato per la prima amichevole della Nazionale sarda al fianco dei vari Sau, Murru, Deiola, Acquafresca e i fratelli Mancosu.

Nel maggio 2019 subentra all’intervallo proprio a Pisano in un Cagliari-Olbia valido per il Trofeo Sardegna e stuzzica l’interesse di Rolando Maran, che decide di richiamarlo nel capoluogo isolano e portarlo con sé nei ritiri di Aritzo e Pejo. “Penso sia giunto il momento di fare o perlomeno di provare il grande salto in Serie A – dice in quei giorni il suo agente Andrea Bagnoli a calciocasteddu.itNel ritiro pre-campionato sarà valutato, poi si vedrà”. Evidentemente la valutazione è positiva, perché per Pinna non si profila un nuovo prestito e arriva anche il gettone nell’amichevole contro il Leeds dopo cui si affretta a scrivere sul proprio Instagram: “Se questo è un sogno, vi prego non svegliatemi”. Ma è la realtà, e la realtà dice che farà parte della prima squadra per la stagione a venire.

Così il 18 agosto, anche per via degli infortuni di Cacciatore e Mattiello, esordisce in Coppa Italia nella vittoria per 2-1 contro il Chievo uscendo con i crampi all’84’ tra l’entusiasmo dei tifosi che urlano il suo nome. “Il suo esordio mi ha dato grandi emozioni – dice l’allenatore della Primavera Max Canzi dopo la partita – Questo ragazzo merita tanto”. E quel tanto arriva, perché una settimana più tardi il suo nome è tra i titolari nella distinta di Cagliari-Brescia, prima giornata di Serie A. Gioca 90’ di qualità e quantità, poi scrive ancora su Instagram: “Se qualcuno mi avesse detto che un giorno sarei arrivato fin qui, gli avrei dato del pazzo. Ma ora che ci sono, lotterò per rimanere dove ho sempre sognato di essere”. Alla seconda giornata, Maran cambia sistema di gioco per affrontare l’Inter e lui rimane fuori dall’undici, ma solamente due giorni più tardi sul sito ufficiale rossoblu compare una nota: “Pinna rinnova con il Cagliari. Il difensore ha firmato fino al 2022”. Un investimento e un’investitura, o, come chiude il comunicato, “uno sguardo aperto sul suo futuro in rossoblù”.

Foto: sito ufficiale Cagliari