Ultimo aggiornamento: sabato 23 marzo 2024 14:17

Tudor: “Stimo tanto Sarri. I giocatori fanno la differenza. Le due punte possono essere un’opzione”

23.03.2024 | 14:17

Igor Tudor inizia ufficialmente oggi la sua nuova avventura professionale da tecnico della Lazio. Di seguito un estratto delle prime parole, rilasciate oggi nella conferenza stampa di presentazione, del neo allenatore dei biancocelesti:

“Stimo tanto Maurizio Sarri, ha fatto la storia con il suo calcio, anche per questo preferisco non commentare il passato. Le due punte possono essere un’opzione. Ogni allenatore deve adattarsi alle caratteristiche del gruppo che ha a disposizione. Penso che tutto ha importanza, fare programmazione a lungo termine non ha senso. Io credo nel lavoro, vogliamo partire subito forte, non sarà facile tanto e subito, ma questo non vuol dire che non bisogna attendere molto. Ora ci aspettano gare belle, forti, così come piace a me. Alla fine i giocatori fanno la differenza, io vedo una squadra forte e che ha un po’ di tutto. Si può fare bene”.

Come va rivalutato Kamada? Non si parla di modulo di gioco, ma di stile. Un allenatore porta cose nuove, non vorrei parlare di singoli, devo valutarli tutti. Sono molto attento, scelgo in base a quello che vedo. Nella palestra c’è una scritta che mi rappresenta: non è la voglia di vincere che determina, ma di prepararsi a farlo”.

Che immagine ha il calcio italiano e la Lazio all’estero?Il calcio italiano è sempre stato molto tattico. Qui c’è grande capacità di adattarsi, all’estero c’è più ritmo. Però il calcio va in una direzione più fisica e di ritmo, ma non è solo questo che ti porta a giocare bene, in Italia ci sono altre qualità”. 

Foto: sito Lazio