Ultimo aggiornamento: martedi' 09 aprile 2024 00:30

Tudor: “Lazio, qui c’è tutto per far bene. Guendouzi ha una mentalità pazzesca”

20.03.2024 | 10:56

Dopo la firma di due giorni fa, inizia ufficialmente quest’oggi l’avventura sulla panchina della Lazio per Igor Tudor. Subito una doppia seduta, poi solo allenamenti pomeridiani. Prima di cominciare, però, il nuovo tecnico biancoceleste si è così presentato ai microfoni di Lazio Style Channel: “Non ci sono motivazioni, nel senso, la Lazio è un club prestigioso, uno di quelli che chi fa questo lavoro vorrebbe allenare. Allenare una squadra come la Lazio è una questione di prestigio, una cosa bella e stimolante. È una squadra prestigiosa, con giocatori forti e una tifoseria speciale. Fare parte di questo club e di questa città, che sono una cosa unica, non si può non accettare”.

Le nuove strutture e le prime ore a Formello

“Mi trovo bene, le strutture sono belle e si può lavorare bene. La cosa bella è che un allenatore qui può fare veramente bene. Sono tutti predisposti per fare bene, c’è serietà e organizzazione giusta, quella che piace a me. Quasi come una famiglia. Guardando da fuori ho visto sempre che l’allenatore di questo club ha sempre un ruolo importante nel suo lavoro”.

Cosa può dare la Lazio in queste ultime giornate

“Cosa può dare vediamo. Io penso che si può dare sempre tanto. Bisogna mettersi a lavorare con intelligenza e nel modo giusto. Quando vieni da un allenatore che fa un altro tipo di calcio ci vuole un po’ di adattamento e di tempo. Penso che c’è un gruppo sano, di gente che lavora e si applica. Tocca a me di trasmettere al più presto le idee che ho nella testa, penso che faremo in fretta”.

Guendouzi

“Matteo non l’ho ancora visto. Lui è un vincitore, è uno che questa mentalità pazzesca che ci vuole specialmente in queste squadre e in queste città che sono sempre molto esigenti.”

Foto: Instagram Lazio