Ultimo aggiornamento: venerdi' 12 aprile 2024 00:30

Tudor: “Immobile in Nazionale? Dipende solo da lui”

29.03.2024 | 13:25

La Lazio attenderà domani pomeriggio la Juventus allo stadio Olimpico, in occasione della 30esima giornata di campionato. L’allenatore dei biancocelesti Igor Tudor, al debutto sulla panchina laziale, ha rilasciato le seguenti dichiarazioni, nel corso della conferenza stampa di vigilia:

Possono servire dirigenti per fare da raccordo tra squadra e proprietà? “Non è per me questa domanda. Non abbiamo parlato con la squadra del passato, ci siamo messi subito a lavorare”.

Si è discusso molto su Immobile in Nazionale. Ne ha parlato con Ciro? “Non leggo i social e i giornali, sarebbe un suicidio. Io penso a lavorare, sia quando vanno bene le cose che quando vanno male. Ciro ci ho parlato due volte anche su questo argomento, l’ho visto molto motivato. Penso che lui ci tenga alla Nazionale, dipende solo da lui in questi due mesi. Ha sempre segnato, penso che li farà ancora. Ci conto tanto, è un ragazzo con qualità non solo calcistiche ma anche umane. Lo conosco, sono convinto che saranno due mesi importanti”.

Si affiderà allo zoccolo duro? “C’è sempre rispetto per passato, ma non si vive di passato. Il calcio è crudele. Noi dobbiamo vincere, conta la squadra”.

Quale sarà la posizione di Kamada? “Lui in Germania giocava sia davanti che dietro, è un giocatore completo, ha corsa e qualità di gioco. Penso che, se devo essere sincero, è più adatto a questo calcio rispetto a quello precedente. Non è pulitissimo tecnicamente, ma ha altre doti che a me piacciono tanto. Ha la mentalità giusta e poi ha gol, una dote che fa la differenza. L’ho visto anche bello allegro e voglioso, vedremo in campo”.

Come sta Lazzari? Può giocare con Pellegrini o Felipe Anderson? “Lo vediamo oggi, ha avuto un problemino piccolo. L’equilibrio è sia offensivo che difensivo. Servono sempre giocatori con gol, ma anche che facciano la fase difensiva. Poi si sceglie in base all’avversario e alla partita. A me piace attaccare, ma non prendere gol. Felipe Anderson a tutta fascia? Ah c’è già un sistema di gioco? Non lo ho provato, non so questa domanda. Ma lui è molto disponibile, ha gamba e qualità. Lei è convinto che giocheremo con la difesa a 3, magari non è quella”.

Dal punto di vista umano, che spogliatoio ha trovato? “Sono vogliosi e molto orgogliosi. Non sono giocatori da nono posto, vogliono riscattarsi. In 10 giorni sono tutti perfetti perché c’è il nuovo allenatore, con il tempo però capiremo meglio. La gente vera si vede più avanti, nelle battaglia, quando non gioca o deve subentrare”.

Foto: Instagram Lazio