Ultimo aggiornamento: lunedi' 15 aprile 2024 21:00

TRAMONI, UN RITORNO DA FAVOLA

02.04.2024 | 15:00

Matteo Tramoni è stato il grande protagonista nella vittoria del Pisa contro il Palermo (per 4-3) con una doppietta al rientro dopo sette mesi di stop per infortunio. Il franco-italiano, che ha ricevuto la cittadinanza nei giorni scorsi assieme al fratello Lisandru Tramoni. Tre gol in due presenze per lui, in questa tribolata stagione con i toscani. Un momento sicuramente emozionante per l’esterno, che ha convissuto con un grave infortunio e una doppietta, in una gara così importante, è certamente significativa. Due gol al rientro, nel turno di Pasquetta. Facile scherzare con il momento e dire la risurrezione di Tramoni, dopo Pasqua.

Classe 2000, Tramoni nasce ad Ajaccio, in Corsica. Inizia a giocare a calcio a sette anni nelle giovanili del club della sua città, l’Ajaccio. Dopo aver fatto tutta la trafila nel settore giovanile, nel 2017 viene promosso in prima squadra e debutta in Ligue 2 il 19 settembre nel 3-0 contro il Valenciennes. Dieci giorni dopo sigla la prima rete da professionista contro il Bourg-en-Bresse. La stagione dei biancorossi termina al terzo posto che vale la qualificazione al play-off per la Ligue 1: dopo la vittoria ai rigori contro il Le Havre in finale incontra la terzultima della massima serie, il Tolosa, ma la doppia sconfitta contro il Téfécé, in cui Tramoni gioca solo il ritorno, gli nega la promozione.

Nelle due stagioni successive si ritaglia sempre più spazio e parte quasi sempre titolare: la stagione 2018-2019 è molto più travagliata e termina con una salvezza per i corsi, mentre quella 2019-2020 è decisamente positiva ma la pandemia di COVID-19 sospende anticipatamente il campionato e lascia i corsi al terzo posto, negando quindi un’altra promozione. Il 23 settembre 2020 viene tesserato dal Cagliari, che lo acquista assieme al fratello minore Lisandru (successivamente aggregato alla squadra Primavera). Contestualmente diventa il secondo corso della storia a giocare per i sardi dopo François Modesto che ne vestì la maglia dal 1999 al 2004.

Il 4 ottobre 2020 fa il suo debutto con i sardi in occasione della sconfitta per 5-2 contro l’Atalanta,  mentre il 28 ottobre disputa il suo primo match da titolare nella sfida del terzo turno di Coppa Italia contro la Cremonese vinta per 1-0.

Conclusa la sua prima stagione in Italia con 9 presenze all’attivo, il 1º luglio 2021 si trasferisce in prestito al Brescia. Segna la sua prima rete con i lombardi il 27 agosto, nel successo per 5-1 sul Cosenza. Chiude l’esperienza al Brescia con uno score importante, 42 presenze e 8 gol.

Concluso il prestito, torna al Cagliari, che il 18 agosto 2022 lo cede a titolo definitivo al Pisa, assieme al fratello Lisandru. Sigla la sua prima rete in nerazzurro il 15 ottobre successivo, nella partita pareggiata per 3-3 sul campo del Palermo (corsi e ricorsi storici). Per lui una grande stagione 2022-23, conclusa con i toscani con 32 presenze e 5 gol. 

Parte per la stagione 2023-24 come uno degli elementi di spicco del Pisa, ma ad agosto, dopo una sola gara giocata (dove aveva anche trovato il gol), si fa male al legamento crociato del ginocchio e rischia di finire la stagione anzitempo. Ma il recupero è sttao ottimale e dopo 7 mesi è tornato, dimostrando immediatamente le sue qualità.

“Un ritorno così non me lo sarei immaginato nemmeno nei migliori sogni. “Quando sono entrato ho visto che c’era la possibilità di riprendere la partita. Ho pensato soltanto a fare il mio dovere e a segnare. A fine partita mi sono commosso, certo. Ho ripensato a questi sette mesi, che sono stati lunghissimi. Tornare così è stato davvero incredibile. Non riesco a spiegarlo a parole” le sue parole dopo la vittoria del Pisa sul Palermo. In effetti tornare e trovare subito una doppietta è una cosa che pochi calciatori riescono a raccontare, vuol dire essere sul pezzo ed aver superato alla grande un infortunio così grave.

Oltre ad aver rappresentato la Francia, con l’Under 18 e 19, nelle selezioni giovanili, ha due presenze con la selezione della Corsica, anche se da poche settimane ha la cittadinanza italiana. Un recupero importante per il Pisa, che riscopre le qualità e il talento di questo ragazzo, così sfortunato a inizio stagione. 

Foto: twitter Pisa