Ultimo aggiornamento: giovedi' 03 dicembre 2020 15:51

Tiago Pinto, nuovo dg della Roma con la bacheca sempre piena al Benfica

18.11.2020 | 18:39

Da Benfica a Roma. Dal Portogallo alla Capitale dell’Italia per risollevare un club dopo l’arrivo della nuova proprietà statunitense che ha sempre dichiarato di voler ripartire anche a livello dirigenziale. Tiago Pinto è nato a Peso da Régua nel nord del Portogallo, una vita passata sempre tra conti e libri dopo essersi laureato in Pedagogia con un Master in Economia e Risorse Umane all’università di Porto è rimasto sempre legato alla parte manageriale delle società. In occasione di un’Assemblea dei Soci, dopo un intervento che contestava il lavoro svolto di Luis Filipe Vieira, presidente del Benfica, è riuscito a farsi apprezzare tanto da essere richiamato in sede per il suo primo incarico con le Aquile, la direzione della divisione multisportiva del club. Una scelta azzeccata, oltre 50 i titoli vinti tra basket, futsal (calcio a cinque), pallavolo, pallamano e hockey a rotelle. Un risultato eccezionale per un Benfica che da tempo punta ormai a un progetto più smart e giovane. Dal 2017 ad oggi ha sempre pensato alla sezione calcio affiancato da Rui Costa come direttore sportivo dei lusitani arrivando alla “Reconquista” dello scudetto nel 2019. 36 anni, una carta d’identità giovanissima, ma tanta esperienza dopo un passato a ricostruire il Benfica tra conti, settori giovanili e tanta voglia di migliorarsi. Adesso la nuova parentesi alla Roma con un altro portoghese come Fonseca e un bagaglio culturale e professionale come pochi. La famiglia Friedkin adesso è pronta ad affidargli la gestione dei giallorossi dopo mesi passati nell’oscurità.

Foto: sito roma