Ultimo aggiornamento: giovedi' 04 marzo 2021 10:59

TALENTO, GOL E PERSONALITÀ: JOAO PEDRO, GIOIELLO BRASILIANO AL CENTRO DI UN CASO TRA WATFORD E LIVERPOOL

27.05.2019 | 13:30

Il suo nome è al centro di un vero e proprio caso di mercato tra Watford e Liverpool. Il club della famiglia Pozzo ha trovato un accordo con la Fluminense su una base di 2,5 milioni di euro, più 7,5 legati ai bonus. Il Liverpool, tuttavia, sta tentando un ultimo, disperato assalto, con l’obiettivo di assicurarsi le prestazioni di Joao Pedro, gioiello brasiliano del 2001. Il ragazzo, ancora minorenne, potrà trasferirsi in Europa soltanto nel gennaio 2020. Nel frattempo, continua a stupire in patria, regalando emozioni sul terreno di gioco e dimostrandosi sempre più un talento cristallino con ampi margini di crescita.

Figlio di Chicao, ex giocatore di San Paolo e Botafogo, Joao Pedro nasce a Ribeirao Preto il 26 settembre del 2001. Cresciuto nel settore giovanile della Fluminense, il ragazzo si mette immediatamente in evidenza per le sue innate qualità, abbinando prestazioni da assoluto protagonista a un incredibile numero di gol realizzati. Il predestinato brasiliano brucia rapidamente le tappe nella propria carriera e il 19 gennaio del 2019 fa il proprio debutto nel campionato Carioca, nel match pareggiato 1-1 contro il Volta Redonda. E’ l’inizio della sua ascesa. Il 24 marzo realizza una rete soltanto 7 minuti dopo il proprio ingresso in campo. Lo fa in una partita speciale, il Fla-Flu, il sentito derby contro il Flamengo. Niente male come biglietto da visita. Joao Pedro continua così a far parlare di sé, ritagliandosi sempre maggiore spazio nell’undici titolare del tecnico Fernando Diniz. Il classe 2001 ripaga prontamente la fiducia del proprio allenatore, rendendosi ultimamente protagonista di un vero e proprio periodo magico. Sono infatti 3 i gol rifilati al Cruzeiro in pochi giorni. Prima, quello realizzato il 16 maggio al 94’ degli ottavi di finale di Copa do Brasil; poi, la doppietta siglata in campionato contro lo stesso club celeste. Il ragazzo diventa l’idolo dei propri tifosi. Se qualcuno avesse ancora qualche piccolo dubbio, il 24 maggio ecco la straripante tripletta nel match di Copa Sudamericana contro l’Atletico Nacional. Un colpo di testa, un pallonetto di pregevole fattura e un facile tap in. C’è tutto nella sua magica serata. Una partita indimenticabile che sa di consacrazione per il 17enne talento di Ribeirao Preto.

Joao Pedro è uno di quei giocatori dei quali è difficile non innamorarsi. Tecnica e classe sopraffina, doti atletiche notevoli e incredibile fiuto del gol. Ammirarlo sul terreno di gioco è un privilegio, uno spettacolo vero. Con i suoi 182 cm per 80 kg, il classe 2001 è un vero e proprio dominatore dell’area di rigore, una prima punta di sostanza capace di mettersi al servizio della propria squadra e di dialogare perfettamente con i compagni. Letale nei suoi rapidi inserimenti e preciso quando conclude verso la porta avversaria, il centravanti brasiliano fa del colpo di testa una delle sue armi migliori. Come già raccontato in precedenza, il Watford è attualmente in pole per assicurarsi il sì di uno dei talenti più promettenti del panorama calcistico brasiliano. Il Liverpool cerca di inserirsi sebbene, secondo quanto riportato dal portale Globoesporte, nell’affare stipulato dai calabroni con la Fluminense ci sia una ‘clausola di violazione’, un risarcimento di 20 milioni di euro a favore del club nel caso in cui il ragazzo dovesse trasferirsi in un’altra squadra. Il suo nome, dunque, sta letteralmente infuocando il mercato. Lui, Joao Pedro, continua a regalare emozioni ai tifosi del Fluminense. Grandi giocate, gol e carattere da vendere. Il ragazzo è pronto per il grande salto.

Foto: Globoesporte