Ultimo aggiornamento: domenica 25 ottobre 2020 23:23

Sticchi: «Tachtsidis aveva offerta dall’Arabia, il Lecce no». Corvino: «Dhamk denunciato alla Fifa»

10.10.2020 | 18:43

Il presidente del Lecce, Saverio Sticchi Damiani, ha inteso precisare cosa è successo con il calciatore Tachtsidis negli ultimi concitati giorni di calciomercato. «A cessione di Petriccione avvenuta, il calciatore mi comunica un’offerta importantissima, a suo dire, da un club dell’Arabia Saudit. Gli offriva un contratto biennale a cifre importanti. Il mercato lì chiude il prossimo 6 novembre, ma, come ho spiegato a Tachtsidis, noi volevamo portare avanti il nostro progetto tattico. Abbiamo posto dei paletti al giocatore, una di questi era di ricevere un’offerta dagli arabi. Abbiamo provato ad accontentarlo, ma, dopo un paio di tentativi non andati in porto, abbiamo chiamato il ragazzo spiegandogli che a queste condizioni lui sarebbe rimasto a Lecce. A margine della comunicazione, ha reagito male, ha reagito di pancia sui social che non serve a niente. Capisco il ragazzo, ma non possiamo permetterci di far passare la linea che qualsiasi giocatore possa andare via quando e come vuole. C’è una linea dura, ma non rancore. Possiamo trovare una soluzione di buon senso».  Il Lecce, secondo quanto evidenziato dal capo dell’area tecnica Pantaleo Corvino, fare valere le proprie posizioni ai massimi livelli. «Il club che ha avanzato l’offerta al giocatore è stato denunciato alla FIFA: il Dhamk – riporta Calciolecce – Perché è un comportamento che non si è mai visto. Tachtsidis ha degli obiettivi legittimi, ma anche noi abbiamo degli interessi».