Cattura

Spalletti: “Eravamo forti l’anno scorso, ora siamo fortissimi. Sul mercato e su CR7-Juve…”

Queste le parole di Luciano Spalletti, tecnico dell’Inter, nella conferenza stampa odierna, la prima della nuova stagione: “Cristiano Ronaldo alla Juve? Darà forza e visibilità alla Serie A. Una volta il migliore del mondo, per vincere non si puntava sull’indebolimento delle avversarie, ma ad essere la più forte di tutti. Una sorta di gioco al rialzo che ci portava alla continua progressione. Il suo arrivo fa fare un salto che tutti devono imitare per ridare vita a quel meccanismo. Stiamo parlando di un grandissimo calciatore e campione. In tutto questo nessuno può farci sentire inferiori senza il nostro consenso. Mercato? Serve una rosa superiore e la società ci sta lavorando. Il calcio è fatto di opportunità nascoste che vanno sfruttate. Ce ne siamo accorti a Roma due mesi fa. Lautaro sta già dimostrando di essere maturo, fa perno per trovare la porta con facilità. Come tutti gli argentini ha un carattere forte. Politano fa vedere la sua velocità palla al piede. De Vrij è abituato a spostare le attenzioni ai palloni da recuperare. Nainggolan è quello che si vede e paga magari il suo essere un personaggio senza cover: a qualcuno non piace, a me sì. Salcedo sembra un altro Karamoh: salta tutti sempre, forse anche troppo. Asamoah è un calciatore completo e perfetto per ambire a fare passi avanti per una squadra forte come l’Inter. Sa già come fare e quando fare una mossa, sa già quello che troverà e questo deriva dalla sua maturità fisica e tecnica. Non ci sentiamo inferiori a nessuno. Eravamo forti l’anno scorso, siamo fortissimi adesso, ma dovremo fare i conti con gli altri. C’è chi ha una mentalità solida, chi lavora da più tempo e questo regala vantaggi. Lautaro e Icardi? Possono giocare insieme. Dovranno calarsi nella parte corretta, dividersi i compiti com’è giusto fare. E’ importante che nasca un’intesa. Se spero in un ritorno di Rafinha? Insieme a Cancelo sono andati via e mi è dispiaciuto. Erano dentro in tutto e per tutto. Purtroppo poi ci sono i paletti da rispettare che secondo me esistono giustamente. I regolamenti vanno conosciuti bene, quelle benedette plusvalenze vanno sempre monitorate. Non eravamo in condizione di opporci a queste partenze, ma vorremmo a entrambi sempre molto bene”.

Foto: Youtube ufficiale Inter

Archivio: Altro