Ultimo aggiornamento: mercoledi' 28 ottobre 2020 11:57

Serie A: Inter, Juve e Napoli da 7,5. Atalanta modello

06.10.2020 | 23:58

ATALANTA 7,5
Eccellente modo di interpretare il mercato, come sempre. Lammers e Miranchuk intuizioni quasi geniali nel rapporto qualità-costo. Trattenuti tutti i gioielli, cessioni sempre straordinarie.

BENEVENTO 6,5
Buona distribuzione in tutti i reparti, Glik per la difesa è una bella guida, Lapadula a Lecce si è rigenerato e ora può ripetersi per la felicità della gente sannita.

BOLOGNA 5
Non si può inseguire un attaccante, Supryaga, per un mese abbondante senza poi prenderlo e non avere un piano B. Bigon troppo diesel in certe situazioni.

CAGLIARI 6
Benissimo Godin, bene Ounas che ha qualità. Ma la rincorsa a Nainggolan avrebbe meritato un epilogo diverso, anche perché le parole di Di Francesco pesano come macigni.

CROTONE 6
Fatto il massimo possibile, con ulteriori interventi nelle ultime ore per porre rimedio alle crepe difensive, da qui gli arrivi di Djidji e Luperto. Bel colpo Riviere.

FIORENTINA 6
Callejon bene, Martinez Quarta molto bene, Bonaventura non si discute. Ma, partito Chiesa, resta il punto di domanda della punta centrale, malgrado i tentativi per Milik.

GENOA 6
L’ennesima rivoluzione, cose buone e meno, scommesse e certezze. Qualche obiettivo venuto meno, soprattutto al centro della difesa, e cessioni con il contagocce.

HELLAS 5,5
Siamo sinceri: avremmo dato a Juric maggiori certezze e sicurezze almeno con un mese di anticipo proprio per premiare il suo grande lavoro. Se Kalinic fosse il Kalinic di Firenze, sarebbe di grande aiuto.

INTER 7,5
Si può dire che di più, difficilmente avrebbe potuto, al netto del sogno Kanté che sarebbe stato possibile soltanto in caso di una cessione illustre. Hakimi colpaccio.

JUVENTUS 7,5
Chiesa servirà per trovare qualità sulle corsie esterne, Arthur buon colpo, Morata sarà utile almeno come punta di scorta, ma non era la prima scelta. Punto dolente: le cessioni, neanche una vera.

LAZIO 6
Non discutiamo Reina, Fares, Pereira, Muriqi e compagnia, discutiamo la tempistica. Gli acquisti sarebbero dovuti arrivare prima. E l’illusione David Silva…

MILAN 6,5
Sarebbe stato da “sette” con un difensore centrale forte. Da “sette e mezzo” con il ritorno di Bakayoko che avremmo preso lo stesso. Tonali l’investimento di qualità.

NAPOLI 7,5
Molto bene: Osimhen è un fenomeno, Bakayoko il centrocampista perfetto per Gattuso. Koulibaly è rimasto, meglio così. E Milik era stato ceduto almeno due volte a circa 25 milioni pur essendo in scadenza, peccato.

PARMA 6
Carli doveva dimenticare le ruggini di Cagliari, ha acceso i motori in ritardo. Sono arrivati tanti stranieri, alcuni interessanti (Brunetta per esempio), ma al capitolo cessioni il piatto piange.

ROMA 6
Non benissimo la gestione Dzeko, malissimo il fatto di non aver avuto un direttore sportivo, opinabile la vicenda El Shaarawy. Pedro assegno in bianco, su Smalling una tempistica sbagliata e rischi enormi.

SAMP 5,5
Certo, Candreva, Adrien Silva e Keita aiuteranno, ma un giorno ci spiegheranno per quale motivo la Samp arriva sempre alle ultime 48 ore. Sempre. Avremmo preso un altro difensore centrale.

SASSUOLO 6,5
Merita la sufficienza piena soprattutto perché ha resistito ai corteggiamenti per i gioielli, Locatelli e Boga in testa. Le solite scommesse straniere che spesso pagano, Maxime Lopez da seguire.

SPEZIA 5,5
Agoumé e Pobega sono situazioni interessanti per il centrocampo, ma noi avremmo preso un’altra punta, con rispetto per Nzola. Anche in difesa piccole-grandi lacune.

TORINO 6
Bonazzoli è in crescita, ma Vagnati era su altri attaccanti. Gojak ha talento, dovrà dimostrarlo. Gli investimenti ci sono stati, il diesse non ha colto le prime scelte.

UDINESE 6,5
Pereyra e Deulofeu possono dare una mano molto importante, la qualità non si discute. Fondamentale trattenere De Paul, anche se il ragazzo si sentiva pronto per il salto.

Foto: twitter Juve