Ultimo aggiornamento: sabato 12 giugno 2021 13:25

Sarri, lo staff e la Lazio: ricostruzione della giornata

07.06.2021 | 00:11

Un aggiornamento si impone, per i tifosi della Lazio l’attesa è diventata così spasmodica da essere irrefrenabile, praticamente ingestibile.

Maurizio Sarri e la Lazio: la domenica ormai alle spalle è servita per mettere ordine all’agenda dei prossimi giorni. Premessa: Sarri non ha firmato venerdì, non ha firmato oggi (quelle di oggi non erano ore decisive… ) e quando firmerà ve lo diremo. Lui ha raggiunto un accordo completo con Lotito per due anni con eventuale opzione, sull’ingaggio e i bonus non ci sono problemi.

Raggiunta l’intesa, ha chiesto di risolvere il discorso staff (Martusciello vice, altri quattro o cinque componenti) in tempi rapidi, possibilmente entro la giornata di domani (lunedì). Sarri ha giocato a carte scoperte, sugli aspetti tecnici sa che faranno di tutto per rafforzare la squadra, non ha altre proposte e non gioca su due tavoli. Morale: se la Lazio mette a posto la situazione legata allo staff (condizione IMPRESCINDIBILE per ogni allenatore) la strada va totalmente in discesa.

Non esiste, oggi, il rischio che un altro club si inserisca su Sarri: all’estero fin qui non ci sono state situazioni allettanti, al massimo qualche rifiuto dell’allenatore e al momento nessuna prospettiva. Sarri è stato chiaro con Lotito: risolviamo la pratica staff e poi sarà tutto chiaro. Lotito ha lasciato a Tare i contatti con Ramadani, quest’ultimo tornerà presto in Italia, possibile che domani (lunedì) sia il giorno chiave con l’intervento dello stesso presidente per mettere a posto tutti gli accordi.

A quel punto si potrebbe andare verso la famosa fumata bianca. Non ci sono altri problemi, ma bisogna sistemare la pratica. Siamo al 7 giugno, quindi la Lazio deve avere presto un allenatore. Sarri sarebbe la risposta alle big che hanno già ingaggiato tecnici di spessore, con tutto il rispetto per quelle che sono le attuali alternative all’ex Chelsea e Juve per la panchina biancoceleste. La firma è un atto formale, ma le situazioni antecedenti vanno risolte bene e senza equivoci. Quindi, calma. E prudenza mista a fiducia, non dimenticando un concetto: questa non è una telenovela, la trattativa tra Sarri e la Lazio ha avuto inizio due venerdì fa. Le trattative infinite sono state altre (prima con il Chelsea, poi con la Juve) e sono durate mesi. Stavolta c’è già stato uno “sconto”.

Foto: Twitter Lazio