Ultimo aggiornamento: venerdi' 25 settembre 2020 11:41

SARR, POTENZA IN BLUES

26.08.2020 | 15:00

Su Malang Sarr erano molte le squadre italiane. E’ andato al Chelsea di Lampard. Sarr è nato a Nizza il 23 gennaio del 1999. Nonostante la sua giovane età, è riuscito a finire sui taccuini di tutte le big europee grazie a delle prestazioni sopra le aspettative con la maglia dei francesi. Prima nel settore giovanile e poi in prima squadra. Alto 185cm, da terzino viene spostato al centro della difesa dove in poco tempo diventa il padrone dell’aria di rigore capace di giocare con facilità anche grazie a un fisico robusto. Bravo a colpire di testa, come dicevamo può essere un jolly sulla corsia di sinistra. Oltre le 100 presenze in Francia ad appena 21 anni, è finito nella classifica dei 60 calciatori classe 1999 più promettenti del mondo stilata del The Guardian.

Dopo l’esordio nella squadra B del Nizza, è Lucien Favre ad accorgersi di lui buttandolo nella mischia e facendo di lui uno dei difensori più forti della Francia contando la sua giovane carta d’identità. L’esordio per Sarr arriva nell’agosto del 2016, nella gara vinta 1-0 contro il Rennes grazie proprio a una sua rete che dedicherà poi alle vittime della strage di Nizza. Imponente quando si ritrova palla al piede, e bravo dalla sua difesa a verticalizzare per i compagni pescando i suoi in posizione ottimale. Nel suo paese viene soprannominato “le Petit Maldini”, il piccolo Maldini visto che all’occorrenza spinge sulla fascia proprio come l’ex stella Milan. Per Sarr ora, dopo essersi svincolato dalla squadra della sua città, è pronto a volare a Londra, sponda Blues per ricominciare un nuovo capitolo della sua vita. Dalla Francia all’Inghilterra.

Foto: instagram personale