Ultimo aggiornamento: martedi' 21 gennaio 2020 20:48

Real, che tesoretto: un probabile poker di uscite da oltre 200 milioni

04.07.2017 | 00:20

Il mercato del Real Madrid presto entrerà davvero nel vivo. Dopo aver definito in tempi non sospetti l’onerosissimo acquisto – per il futuro – del sedicenne brasiliano Vinicius, il club di Florentino Perez si è limitato a richiamare alla base Jesus Vallejo dall’Eintracht Francoforte e Diego Llorente dal Malaga, cedendo invece l’altro Llorente, Marcos, alla Real Sociedad, e Mariano Diaz al Lione. Al di là dell’addio di Pepe a parametro zero. Presto però verrà anche il momento delle operazioni importanti. Del pressing Juve su Danilo sapete tutto, ma la cessione del laterale portoghese, a prescindere dalla destinazione, comunque porterà in dote 20-25 milioni al massimo, bonus compresi. A rimpinguare le già floride casse dei blancos saranno altri elementi freschi di duodecima, sia pur da comprimari. In primis Alvaro Morata, il cui trasferimento al Manchester United dovrebbe concretizzarsi per una cifra pari almeno a 75 milioni. Nelle scorse ore il padre e l’agente dell’ex Juve sono stati segnalati al Bernabeu, non dovrebbe mancare molto alla fumata bianca. In uscita c’è anche James Rodriguez, con ballottaggio al momento ristretto al Psg ed allo stesso United, con i francesi in vantaggio. La partenza del trequartista colombiano, pagato 80 milioni nel 2014, dovrebbe fruttare non meno di 60-65 milioni ai Galacticos. Dopodiché occhio ad una possibile uscita eccellente in seno alla BBC. Se per Cristiano le acque sembrano essersi parzialmente calmate, dopo la recente bufera “fiscale” (e, finché ci sarà Ronaldo, al Real – con ogni probabilità – ci sarà sempre un posto per il fido scudiero Benzema), tutta da valutare invece la posizione di Gareth Bale, che nel suo quadriennio all’ombra del Bernabeu quasi mai è riuscito a giustificare con continuità i 100 milioni di euro sborsati nell’estate 2013 per prelevarlo dal Tottenham. E, verosimilmente, per concedere il foglio di via all’esterno gallese, difficilmente il Madrid chiederebbe meno di 75-80 milioni. In buona sostanza, presto il Real potrebbe avere a disposizione un tesoro da almeno 230 milioni di euro, liberandosi di ingaggi pesantissimi. E con parte del ricavato si potrebbe affondare definitivamente il colpo per Kylian Mbappé, il nuovo crack del calcio francese che dovrebbe frantumare il record di Pogba, che un anno fa ha fatto la storia del calciomercato. Se per Vinicius, che deve ancora dimostrare di tutto e di più, sono stati impegnati 45 milioni, non sembrano essere lontane dal vero le voci che vogliono pronte le merengues a spingersi fino ai 130-140 milioni per il diciottenne asso del Monaco.