Ultimo aggiornamento: mercoledi' 21 ottobre 2020 12:30

RAYAN CHERKI: IL TALENTO FRANCESE CHE INCANTA L’EUROPA

20.02.2020 | 11:39

Rayan Cherki nato a Pusignan nel 2003, è il gioiellino nascente del calcio francese.
Il suo approdo nel mondo del calcio parte dall’AS Saint-Priest, a soli sette anni. Successivamente entra nel settore giovanile del Lione dove a causa di un infortunio al ginocchio rimane bloccato per un anno. Ma è soltanto un incidente di percorso che non arresta la crescita del giovane Rayan che nel 2018 è stato il più giovane calciatore a realizzare una rete nella Youth League all’età di 15 anni e 33 giorni.

La svolta e il passo nel calcio dei grandi è lì dietro l’angolo.
Così nell’estate del 2019 il Lione lo promuove in prima squadra a margine di una trafila nelle proprie giovanili da predestinato.
L’esordio giunge il 19 ottobre dell’attuale stagione nella gara terminata 0-0 contro il Digione.
Definito dall’ex tecnico del Lione Bruno Genesio “un alieno”, Cherki per la sua imprevedibilità e capacità di stravolgere la partita è stato accostato a Ben Arfa.

Le caratteristiche balistiche fanno di lui un attaccante abile nel vedere la porta, ma, al contempo, la sua visione di gioco gli permette di poter agire da dieci, dietro il classico centravanti, con licenza d’inventare.

Molto abile negli spazi stretti, dove mette in mostra la sua propensione nel trattare la sfera con la suola della scarpa: bravo a superare gli avversari, in progressione, con la palla al piede.

La sensazione è che Cherki rimarrà in pianta stabile in prima squadra, soprattutto dopo la doppietta rifilata al Nantes in Coppa di Francia.
Nonostante il Lione vanti un contratto con il giovane, le big d’Europa sembrano aver messo sul proprio taccuino le magie del fantasista.
Per il baby Rayan la strada da percorrere è ancora impervia: i prodromi del fuoriclasse sono evidenti, intanto il suo talento incanta l’Europa.