Ultimo aggiornamento: giovedi' 12 dicembre 2019 19:32

Pradé: “Il ds non smette di lavorare a fine mercato. Chiesa ha capito che sarà centrale”

14.09.2019 | 15:55

A margine della sfida tra la sua Fiorentina e la Juventus, il direttore sportivo viola Daniele Pradé ha parlato dell’impegno contro i campioni d’Italia, del suo lavoro e di Chiesa. Queste le sue dichiarazioni a Sky Sport: “Ai ragazzi chiediamo di trovare il percorso giusto e di crescere. Anche se bisogna essere sincere e dire che il primo allenamento al completo è stato fatto solo ieri. Ma non deve essere una giustificazione, perché preparare gare così difficili deve essere la normalità. Bisogna dare tutto in campo, sorprendere la Juve aggredendo e pressando per fare la partita perfetta. La figura del ds non esiste più, ma è più ampia, è quella di un responsabile dell’area tecnica. E quando finisce il mercato, deve dare certezze e identità a tutto il gruppo. Le vittorie nascono dall’apporto di tutti, io ci metto tutto me stesso con voglia e passione, ma so che quando si costruisce serve tempo. Faremo errori, ma dovremo anche trovare il modo per sistemarli. Per convincere Chiesa non ci sono state frasi particolari, ma piuttosto la grandissima voglia di tenerlo e di metterlo al centro del progetto per poter costruire qualcosa di importante. Lui lo sa e lo ha capito, e io sono convinto possa fare una grandissima stagione“.

Foto: twitter Samp