Ultimo aggiornamento: domenica 24 ottobre 2021 18:36

PJACA, L’UOMO IN PIÙ DI JURIC

18.09.2021 | 14:36

Marko Pjaca s’è preso il Torino. Una rete importantissima quella messo a segno ieri contro il Sassuolo, che ha permesso alla squadra di Juric di vincere la seconda gara consecutiva in campionato. Partito dalla panchina, l’esterno croato è entrato a gara in corso e con una magnifica giocata ha trovato il jolly vincente per la gioia del popolo granata. Un’arma in più per le ambizioni del Torino che in estate ha scommesso sulle qualità del giocatore per raggiungere gli obiettivi stagionali. Un primo segnale Pjaca l’ha dato.

Marko Pjaca è nato il 6 maggio 1995, una carriera lunga la sua (nonostante la giovane età), balza agli onori della cronaca a Euro2016 quando con la Croazia mostra a tutti le sue doti: rapidità, dribbling, intelligenza tattica e caratura tecnica da vendere. Qualità apprezzate da molti addetti ai lavori, con la Juventus che quell’estate decide di puntare su di lui acquistandolo dalla Dinamo Zagabria per 23 milioni. In chiaroscuro la prima stagione in bianconero con 20 presenze complessive, in tutte le competizioni, ed 1 solo gol. A marzo del 2017 subisce un grave infortunio al ginocchio destro durante una partita con la nazionale croata, che lo costringe ad uno stop durato quasi otto mesi. A gennaio del 2018 viene ceduto in prestito ai tedeschi dello Schalke 04 fino al termine della stagione, nell’agosto dello stesso anno si trasferisce nuovamente in prestito ma questa volta alla Fiorentina. In entrambi i casi, nelle due esperienze, non riesce a conquistare la giusta continuità e torna sempre alla base. Nell’estate del 2019 inizia la stagione alla Juventus dove resta fino a dicembre senza mai scendere in campo. A gennaio 2020 si trasferisce in Belgio, all’Anderlecht.

A fine stagione ritorna a Torino e inizia la preparazione  con la squadra bianconera, ma il 18 settembre passa in prestito al Genoa: nell’annata 2020-21, in tutto mette insieme 3 gol e 2 assist in 38 presenze. Il 28 luglio 2021 viene ceduto in prestito con diritto di riscatto al Torino e ieri ha trovato il suo primo gol con la maglia granata nel successo contro il Sassuolo. Le qualità ci sono, i momenti negativi sono alle spalle, adesso toccherà a lui confermarsi sul campo con Juric che è pronto a scommettere su di lui e a sfruttare le sue qualità.

di Francesco Saverio Petito

Foto: Twitter Torino