Ultimo aggiornamento: mercoledi' 02 dicembre 2020 00:30

Pioli: “Non siamo usciti dal tunnel, ma vediamo la luce. Leao preso per due motivi. Mercato? Ora servono i punti”

14.12.2019 | 15:40

L’allenatore del Milan, Stefano Pioli, è intervenuto in conferenza stampa alla vigilia del match di campionato contro il Sassuolo: “Tutti dobbiamo aver voglia di fare bene, sapevamo l’importanza di queste gare, ne abbiamo altre due prima della sosta per finire bene questa parte di stagione. E’ importante trovare continuità, non siamo usciti completamente dal tunnel, ma vediamo la luce.

Momento Milan 

“Stiamo crescendo sotto tanti punti di vista, sia tecnico che atletico. Le giocate semplice sono state effettuate con più attenzione, la testa è più positiva. Formazione? Se domani dovessero essere confermati gli stessi undici delle altre due partite vuol dire che stanno facendo prestazioni di livello”.

La crescita 

“Ogni gara è diversa soprattutto in base all’avversario. Dobbiamo avere le idee chiare e la qualità giusta per affrontare gli avversari con vantaggi in ogni posizione di campo. Possiamo crescere ancora tanto”.

Formazione

“Caldara se è convocato vuol dire che ha la possibilità di giocare, poi dipende dalle mie scelte. Ha preso ritmo e intensità con la Primavera, ora è giusto che sia con noi. Sul mercato di gennaio ci sarà tempo per le giuste valutazioni. Paquetà? Sta bene, è in buone condizioni. Giocatore con grande qualità e domani vedrò che scelte fare”.

Bonaventura e Piatek 

“Giocatore importante, meglio avere elementi di qualità come lui. Jack è uno di questi anche se ce ne sono tanti, sono felice del lavoro che stiamo facendo. Adesso dobbiamo spingere. Piatek? E’ la squadra che deve giocare, interpretare bene la partita e rimanere tale per novanta minuti, se riusciamo ad essere squadra le individualità si esaltano”.

Festa Milan 

“Abbiamo la possibilità di onorare la storia del Milan facendo una prestazione da Milan. La classifica non è quella che vogliamo ma restiamo concentrati sulla gara. Per il calcio italiano e mondiale il Milan ha rappresentato il massimo, è stato al top per tanti anni. Ha rappresentato qualità di gioco, spirito vincente, società organizzata e competitiva, un esempio per tutti. Domani sarà una giornata importante, ci saranno tanti ex del Milan”.

Ritiro in hotel 

“E’ stata una mia richiesta a Milanello, pranziamo insieme poi i ragazzi vanno a casa e ci ritroviamo stasera in hotel così domani abbiamo un tragitto meno lungo per arrivare allo stadio”.

Padre Pioli

“Dall’esterno si ha un’opinione di me diversa. Sono educato e rispettoso con tutti, ma non sono così buono e malleabile come si pensa, e ho più entusiasmo di quanto si percepisca all’esterno”.

Leao 

“Leao sul mercato? A gennaio giuro che risponderò alle domande di mercato. Con la società ho un colloquio positivo e quotidiano. Ma in questo momento è troppo importante migliorare la squadra e crescere, fare punti in classifica. E’ da tempo che non vinciamo davanti i tifosi che non hanno mai fatti mancare il sostegno. Noi lo abbiamo preso per due motivi. Ha un potenziale grandissimo, e bisogna avere tempo per vederlo. E nel progetto iniziale il Milan doveva giocare con le due punte, quindi lui è un attaccante di movimento”.

Calhanoglu 

“Si è un elemento importante, non è un attaccante esterno puro, ma dobbiamo occupare bene gli spazi del campo. Non è gradito ai tifosi? Vedo che le gente ci sostiene sempre, più stiamo insieme e compatti e più siamo forti”.

Foto: sito Milan