Ultimo aggiornamento: martedi' 02 agosto 2022 14:30

OZKACAR, IL TURCO DEL LIONE CHE FA GOLA A MEZZA SERIE A

02.08.2022 | 13:00

Ozkacar

Cremonese, Torino, Bologna e Verona. Non è solamente una lista di alcune delle squadre della nostra Serie A, bensì i club accostati nelle ultime ore a Cenk Ozkacar. Difensore turco classe 2000, viene da una stagione da indiscusso protagonista con la maglia dell’OH Leuven. Da qui le attenzioni delle italiane che, per rendere più competitiva la propria retroguardia, stanno pensando a lui. Centrale di difesa, mancino, può giocare anche da terzino sinistro. Al momento, la società che pare aver un minimo vantaggio sulle altre è la neo-promossa Cremonese, guidata da Alvini. Ma chi è Ozkacar e, soprattutto, come ha fatto a “ingolosire” quattro squadre di A?
Nato a Smirne nell’ottobre del 2000, Cenk si avvicina al mondo del calcio da bambino, rendendosi protagonista della consueta gavetta tra le fila di Bucaspor, Altinordu e Altay. A diciotto anni il debutto tra i professionisti nel corso dell’esperienza in prestito nel Karacabey, poco prima di rientrare all’Altay, club che in quel momento deteneva il suo cartellino. Da quel momento, si aprono per lui le porte dell’Europa che, il 18 agosto del 2020, lo portano a diventare un nuovo giocatore dell’Olympique Lione. Con i francesi firma un contratto quinquennale, conferma della fiducia di cui gode tra i vertici della società. I primi mesi non sono semplici per Ozkacar, che alterna presenze con la squadra delle riserve e panchine con quella dei titolari. Il 21 aprile del 2021, e dunque svariati mesi più tardi dal suo approdo a Lione, esordisce. Il match in questione è quello contro il Monaco di Coppa di Francia, valido per i quarti di finale. La sua squadra ne esce sconfitta per 2-0, ma nella mente del giovane difensore quella data sarà sempre da ricordare. L’allenatore lo fa entrare in campo a partita in corso, “regalandogli” 10 minuti sul terreno di gioco.
Ozkacar assapora il manto erboso “dei grandi”, quello che non vuole più lasciare. A fine stagione, il Lione lo fa partire in prestito: pronta per lui un’esperienza in Jupiler Pro League tra le fila dell’OH Leuven. In una stagione che lo vede “star” della squadra, colleziona 32 presenze e 2 gol, considerando solamente il campionato nazionale. Il 2022 è un anno da sogno per il giovane centrale: già nelle giovanili della Turchia, il 7 giugno mette a segno un altro debutto, quello con la Nazionale maggiore. Il ct decide di mandarlo in campo per gli ultimi 14 minuti della gara di Nations League contro la Lituania, terminata 0-6.
A fine stagione ha salutato il Leuven con un post Instagram che fa ben comprendere quanto Ozkacar sia riconoscente al club per avergli dato una vetrina non da poco. Poi è tornato in Francia – il contratto che lo lega al Lione scadrà a giugno 2025 – dove è in attesa di comprendere quale sarà il suo futuro. I club di A sono particolarmente interessati: il nome è destinato a diventar “caldo”. Dopo una carriera che l’ha portato a crescere costantemente, ora Cenk vuole mettere a segno l’ennesimo debutto, misurandosi in un campionato da “big” come la Serie A. Con maggior consapevolezza ma la solita fame.
Foto: Instagram Ozkacar