Ultimo aggiornamento: domenica 13 giugno 2021 09:54

NMECHA, UN GOL D’ORO

07.06.2021 | 15:00

Ha il senso del gol nel dna, Lukas Nmecha anche ieri l’ha dimostrato. Il centravanti tedesco è stato protagonista della finale dell’Europeo Under 21, contro il Portogallo, una sua rete è stata decisiva per la vittoria del titolo. Prosegue l’ottimo momento della Germania nelle nazionali giovanili, questo è il terzo titolo conquistato nella propria storia, frutto di un lavoro davvero oculato. Lukas è solo l’ultimo di una grande schiera di giovani calciatori dal futuro davvero luminoso.

Lukas Nmecha è nato ad Amburgo il 14 dicembre del 1998 da padre nigeriano e madre tedesca, ma da piccolo è cresciuto in Inghilterra acquisendone la cittadinanza. Sin da piccolo ha sempre avuto una passione per lo sport e il calcio. Fisico possente e dal tiro potente, nel 2017 arriva per lui la grande occasione: ad ingaggiarlo è il Manchester City con cui gioca  in tutte le squadre giovanili. L’esordio in prima squadra arriva nel dicembre del 2017 in un match di League Cup contro il Leicester. Il 9 aprile 2018 debutta in Premier League, in occasione della gara casalinga vinta 3-1 contro il Brighton.

E’ sempre stato un giocatore dalle grandi qualità e dalle buone doti tecniche, subito notato anche dall’Inghilterra ma dopo aver percorso la trafila nelle giovanili inglesi, nel marzo del 2019 ha scelto di giocare con la maglia della Germania. L’Europeo Under 21 è stata la prima grande occasione per Nmecha che si è messo in mostra ed i risultati gli hanno dato ragione: capocannoniere del torneo, mvp della competizione e vincitore del titolo con la sua Nazionale. Nel dopo partita della finale ha ammesso: “Questo potrebbe essere il goal più importante della mia carriera”. Una gioia immensa che ripaga il suo grande lavoro ed arriva al termine di una stagione, la 20-21, che l’ha visto protagonista nella Jupiler Pro League con la maglia dell’Anderlecht.

Dopo aver girovagato in tanti campionati (Preston, Wolfsburg e Middlesbrough), l’attaccante l’estate scorsa si è trasferito in Belgio dove ha trovato la propria dimensione. Voluto fortemente da Kompany, tecnico dell’Anderlecht ed ex bandiera del City, Nmecha ha ripagato la fiducia ed ha segno in 31 presenze ben 14 gol. Numeri incredibili che fanno felice anche il Manchester City, che resta ancora proprietario del cartellino, che adesso dovrà decidere il futuro migliore per questo giovane bomber.

FOTO: Twitter Uefa