Twitter Lippi

Lippi: “Basta Cina, devo ricaricarmi. Diverse analogie con Allegri. CR7? Qualche anno fa avrebbe inciso meno perché…”

Marcello Lippi, attuale commissario tecnico della Nazionale cinese, ha rilasciato una lunga intervista sulle pagine del Corriere dello Sport: “La Federazione cinese mi aveva offerto un altro contratto di 4 anni e mezzo per chiudere in Qatar, ma non me la sono sentita di accettare, anche per una questione di prospettive. Ho bisogno di stare a casa e di starci un po’, di ricaricare le batterie, annoiarmi anche, serve che mi rompa le palle per ripartire con più voglia e stimoli. Con i club ho chiuso per sempre, una nazionale più vicina europea o degli Emirati la potrei considerare. A chi mi sento più affine tra Allegri, Ancelotti e Spalletti? Ci credi se ti dico tutti e tre? Ecco, forse con Max le analogie sono più numerose. Cristiano Ronaldo è arrivato al momento giusto. Se fosse stato preso tre, quattro anni fa quando Real, Barcellona e Bayern erano decisamente superiori, avrebbe potuto incidere di meno. Ancelotti? Non ha buttato il lavoro di Sarri, è molto intelligente ed esperto, ha conservato il meglio ed ha aggiunto del suo. Cos’ha in più l’Inter rispetto alla passata stagione? L’autostima. L’inter oggi è consapevole della propria forza”.

Foto: Twitter Lippi

Archivio: Altro