Ultimo aggiornamento: martedi' 25 febbraio 2020 00:25

Lautaro: “L’Inter è casa mia, qui mi sento sicuro. Tanti gol? Eppure da bambino giocavo in difesa”

20.12.2019 | 11:30

Tra i protagonisti dell’entusiasmante cavalcata dell’Inter c’è sicuramente Lautaro Martinez. L’attaccante, autore di 13 gol e 3 assist, si è raccontato in un’intervista rilasciata a Repubblica: “Tanti gol? Eppure da bambino ero difensore, poi a Bahia Blanca il mio allenatore disse che ero troppo veloce per fare il centrale e mi spostò punta. Non ho mai smesso di ragionare come difensore: mi viene naturale aggredire ogni pallone”.

Lukaku 

“Avere avuto un’infanzia difficile aiuta a tenere i piedi per terra e a lavorare con umiltà. Io e Romelu in questo siamo simili: lui ha solo 26 anni ma ha grande esperienza di vita e di calcio. Segna tanti gol a grandi squadre e conserva un cuore nobile. In campo il segreto è aiutarsi”.

Messi

“Per noi argentini Leo è importante come lo è stato Maradona. E’ una cosa che va oltre il calcio. E’ il migliore al mondo, giocare con lui in Nazionale è un privilegio. E’ generoso, mi insegna a trovare spazi che apparentemente non esistono”.

Futuro

“All’Inter sono felice, è casa mia. Conte mi aiuta a migliorare: si fida di me e io mi sento sicuro. Venire qui è stata una mia decisione. Avevo tante offerte ma le ho rifiutate. L’ho scelta per la sua storia, per il livello dei giocatori, per l’affetto che ho sentito da subito”.

Obiettivi stagionali 

“Sembra assurdo, ma davvero pensiamo partita dopo partita. Stiamo facendo un grande lavoro, non ci serve guardare troppo avanti”.

Foto: Twitter Inter