Ultimo aggiornamento: giovedi' 12 dicembre 2019 19:32

Juric: “Parma squadra tosta, ripartiamo con fiducia. Veloso c’è, Amrabat gioca finché non muore”

28.10.2019 | 14:36

Ivan Juric, allenatore dell’Hellas Verona, ha parlato alla vigilia della sfida con il Parma in conferenza stampa: “Veloso? C’è e sarà in campo. Ci è mancato sui piazzati, potevamo essere più pericolosi. Il Parma è di un altro pianeta? Non fraintendetemi, sono rose che stanno da anni in A. Con il Sassuolo è stata la nostra miglior prova, il Parma è meno bello in un certo senso del Sassuolo, ma è una squadra tosta. Con il Sassuolo qualcosa l’abbiamo concesso, per fare bene qualcosa dovevamo lasciarlo. Il Parma gioca diversamente, ma hanno una velocità davanti spaventosa. Proveremo a stare attenti per non subire in contropiede. Tutte le squadre sono alla nostra portata, la squadra ha dimostrato di potersela giocare con chiunque senza alcun problema. Dico solo che in ogni momento non possiamo permetterci di essere sotto al nostro massimo. Quando siamo al top ci siamo. Stepinski gioca? Non lo so ancora. Il più grande problema è focalizzarsi sulla finalizzazione. Bisogna concentrarsi su quello che si fa bene e non perderlo, il pericolo è perdere ciò che si dà per scontato. Bisogna avere fiducia e fare tutte le altre cose come le stiamo facendo. Le mie squadre segnano tanto? Penso di sì, a Genova segnavamo molto. Quando non crei ti preoccupi, noi creiamo molto con diversi giocatori, che possono fare gol. Manca la finalizzazione. Non so quale sia la causa, per me conta soprattutto la qualità. Le grandi squadre comprano grandi attaccanti, che finalizzano quello che crei. Tra i giocatori medi l’andamento può variare. Non voglio focalizzarmi troppo su questo, voglio che i ragazzi giochino con fiducia, sono convinto che la palla entrerà. Zaccagni rende più da mediano? Ha sempre fatto lo stesso ruolo, che lui interpreta benissimo. Per quella posizione ha grandi vantaggi, si mette in una posizione dove non è facile accorciare su di lui. Partendo da dietro dovrebbe fare più fase difensiva, perdendo lucidità davanti. Di Carmine? Mi è piaciuto molto. Ha retto bene, ha fatto cose da attaccante puro. Ha avuto palle gol, ha tenuto la palla aprendo contropiedi, mi è piaciuto in tante cose, poi è normale lo si giudichi in base ai gol. Pessina? Mi fa molto comodo, può fare il trequartista e può inserirsi. Sarebbe meglio per lui giocare nella stessa posizione, ma l’altro giorno mi serviva in quel ruolo e ha fatto bene. Sicuramente se giochiamo a due e mezzo sarebbe l’ideale per lui. Amrabat riposa? No, gioca finché non muore (ride, ndr). Ha problemi quando arriva dalla Nazionale, ma non riposerà. Tutino? Stanno tutti bene. Quando mi soddisfano i giocatori non stravolgo la formazione. Sta facendo bene, deve lavorare e sfruttare l’occasione quando gli si presenterà”.

Foto: Hellas Verona Twitter