Ultimo aggiornamento: domenica 26 maggio 2019 00:46

Joao Pedro, l’incubo, il tunnel e il ritorno più bello

16.09.2018 | 23:55

Rolando Maran può sorridere, il suo Cagliari ferma il Milan sull’1-1 al “Sardegna Arena” e porta a casa un punto importante in particolar modo per il morale. Una delle tante note positive è senza alcun dubbio rappresentata da Joao Pedro: l’attaccante brasiliano, al rientro ufficiale dopo la lunga squalifica, pone la propria pesante firma. Squalifica comminatagli lo scorso 16 maggio quando il classe 1992 era risultato positivo all’idroclorotiazide (diuretico vietato) dopo le gare disputate contro Sassuolo e Chievo a febbraio. La Procura aveva anche avanzato nei suoi confronti uno stop di 4 anni, ma successivamente arrivò la sperata riduzione della pena a 6 mesi. Il Cagliari durante tutto questo tempo l’ha difeso, tutelato e sostenuto in ogni singolo momento. Oggi, contro i rossoneri di Gennaro Gattuso, il 26enne ha risposto presente sul campo archiviano una volta per tutte il passato. Joao Pedro, l’incubo, il tunnel e il ritorno più bello.

Foto: Cagliari Twitter