Ultimo aggiornamento: sabato 20 luglio 2024 10:21

JEREMIA RECOBA, LA DINASTIA DEL CHINO CONTINUA

07.05.2024 | 15:00

Il 26 aprile 2024 non sarà un giorno qualunque per la famiglia Recoba. Nel tabellino dei marcatori di Nacional contro il Deportivo Tachira spunta “Recoba”. Alvaro? No, il figlio Jeremia che, con un destro all’incrocio, ha trascinato gli uruguaiani contro i venezuelani. Alvaro, però, c’era ed è proprio colui che ha deciso di lanciare Jere. Una fiducia ripagata, come se fosse un passaggio del testimone.

Nato a Como mentre il padre giocava nell’Inter. Ottobre 2003, quella stagione è stata una delle migliori del Chino in nerazzurro, la terza per gol segnati (11). Doppio passaporto italiano e uruguaiano, Jeremia è salito stabilmente in prima squadra da qualche mese ma si sta ambientando alla grande. A settembre 2023 ha firmato il suo primo contratto tra i professionisti con il Bolsos, venendo inserito, a centrocampo, nella rosa messa a disposizione del padre Alvaro, allenatore del Nacional.

Jeremia gioca trequartista o attaccante esterno, ma può anche essere schierato sulla linea dei centrocampisti Il suo primo goal è emozionante: non solo per il peso simbolico, quanto per la bellezza della conclusione. Nel corso di Nacional-Union Santa Fe il pallone arriva dalle parti di “Jere” Recoba che, al 52′, porta in vantaggio i suoi con un destro indirizzato all’incrocio dei pali. Qualche mese dopo per Jeremia è arrivata la soddisfazione del goal anche in Copa Libertadores. Destro di controbalzo da centro area su respinta del portiere avversario. Un goal decisivo peraltro che ha permesso al Nacional di battere i venezuelani del Deportivo Tachira per 2-1. Subito dopo aver segnato Jeremia è corso subito verso la panchina dove ad attenderlo a braccia aperte, visibilmente emozionato, c’era ovviamente il papà-allenatore.

Foto: Instagram Nacional