Ultimo aggiornamento: lunedi' 25 gennaio 2021 20:42

Inzaghi: “Ho sempre voluto il Bologna, anche da calciatore. Mercato? Rinforzeremo la squadra. Destro…”

14.06.2018 | 11:51

Filippo Inzaghi, nuovo allenatore del Bologna, è stato presentato in conferenza stampa dal club felsineo e ha parlato di obiettivi e di mercato, chiosando su Mattia Destro: “Mi va di ringraziare la dirigenza in primis, il presidente Saputo, Fenucci, Bigon, Di Vaio e quelli che ho conosciuto in un giorno e mezzo. Mi hanno fatto sentire a casa, ringrazio il Venezia che mi ha dato la possibilità di presentarmi nonostante sia ancora sotto contratto. La dirigenza del Bologna è stata corretta, perché mi ha aspettato fino all’ultimo giorno, ho dato tutto me stesso per il Venezia. Martedì sono venuto qui e ho trovato l’accordo su tutto, non avevo dubbi ed è quello che cercavo. Al di là degli aspetti tattici, ne ragioneremo, si parla di calcio. Io ho sempre cercato Bologna, sia da calciatore – perché la storia, quando faceva le coppe, il centro sportivo, lo stadio… a me piaceva giocare qui. Voglio rendere orgogliosa la gente di Bologna. Sono stato vicino al Bologna quando sono andato all’Atalanta. È uno stadio che mi ha trasmesso emozioni, purtroppo per i tifosi ho giocato da un’altra parte. ho sempre giocato per vincere, voglio sempre il massimo. Vedo Bologna come una cosa splendida che mi è successo, sotto sotto avevo la speranza di venire qui. Si può fare qualcosa di importante, ringrazio i tifosi perché sono venuti a parlarmi e ci siamo trovati in sintonia. Vogliamo solo il bene del Bologna, siamo felici se la squadra va bene. Farsi amare da tutti non sarà semplice, ma chi non crede che il Bologna sia qualcosa di magico con me non giocherà. Obiettivi? Noi abbiamo un confronto quotidiano, alcuni giocatori sono dovuti andare via per esigenze economiche, chiaramente rinforzeremo la squadra. Abbiamo una base buona, ci sono dei giocatori che possono crescere molto. Poi con il direttore e la proprietà ci sentiamo tante volte al giorno. Abbiate pazienza, la squadra sarà competitiva. Altrimenti non sarei qui, io mi gioco tantissimo. Saputo ha investito molto in questi tre anni, vuole vedere risultati, al massimo delle nostre possibilità. Modulo? Lo capirò solo quando avremo allestito il gruppo, abbiamo tanti giovani bravi e interessanti a cui dobbiamo dare fiducia. Non c’è sempre tempo per farlo, ma la società mi ha chiesto questo. Ho già visto qualche partita dell’anno scorso, dopo 15-20 giorni di ritiro cercherò di avere un sistema di riferimento. Destro? Sono qui da un giorno e mezzo, cercherò di capire, ci incontreremo e parleremo. La nostra porta non è chiusa per nessuno. Non c’è un posto di diritto, vedremo di capire il sistema migliore. Non ne esiste uno che ti faccia vincere, altrimenti farei solo il fenomeno. In base ai giocatori che ho devo farli rendere. Sono abituati a giocare con il 4-3-3, ma possiamo fare 3-5-2 o 3-4-3 perché abbiamo esterni forti. Ora andrò in vacanza perché ho bisogno anche io di staccare, ho bisogno di 15 giorni. Acquisti dal Venezia? Qui abbiamo uno scouting fantastico, se mi chiedono posso dire qualcosa, ma sono qui da un giorno a un mezzo. Prima stavo pensando ad altro, ora con calma e con serenità… abbiamo le idee molto chiare, vogliamo fare bene, al meglio delle nostre possibilità. Poi ci sono squadre più forti eh.Verdi? Lo conosco dai tempi del Milan. Non potevamo togliergli questa opportunità.”

Foto: Twitter Bologna