Ultimo aggiornamento: sabato 12 giugno 2021 22:04

Giulini: “Se capitano situazioni ricattatorie il Cagliari mette gli agenti in blacklist”

07.06.2021 | 10:31

Il presidente del Cagliari, Tommaso Giulini, nel corso di un’intervista rilasciata a Repubblica, si è soffermato sui problemi che affliggono il mondo del calcio. Tra questi ha affrontato anche il tema relativo ai procuratori sportivi. “Montagne di soldi che escono dal sistema: 15, 20 milioni all’anno ai procuratori, quantità ingiustificate rispetto al servizio che offrono. Ma servirebbe una riforma europea, per non rischiare di favorire chi quei compensi li paga. Il Cagliari, se capitano situazioni ricattatorie, mette gli agenti in blacklist”

Sulla riforma della Serie A con un campionato a 18 squadre. “Il problema sono gli interessi differenti tra le grandi, medie e neo promosse. A noi come Cagliari interessa avere un campionato con più squadre possibili. I grandi hanno invece interesse ad avere meno club per giocare più partite europee: serve buon senso e sintesi tra le parti. La Francia ha votato il ritorno a 18 squadre: è il numero congruo per migliorare l’appetibilità del campionato, ma a quel punto con massimo una retrocessione, più un’altra squadra che spareggia con la seconda di B o con la vincente di un play-off di B”.

 

 

FOTO: Sito ufficiale Cagliari