Ultimo aggiornamento: domenica 15 dicembre 2019 11:55

FISICITÀ, POTENZA E PERSONALITÀ: ZURKOWSKI, TALENTO POLACCO CON LA VIOLA NEL FUTURO

21.06.2019 | 12:40

“Sono convinto che alla Fiorentina imparerò tantissimo. Vorrei seguire le orme dei giovani più forti che hanno vestito quella maglia”. Erano queste le parole pronunciate ai microfoni di firenzeviola.it da Szymon Zurkowski poco tempo dopo l’annuncio ufficiale del suo trasferimento alla Fiorentina. Lo scorso gennaio, il club viola ha chiuso l’operazione con il Gornik Zabrze per portare in italia (a partire dal prossimo luglio) il talentuoso centrocampista classe ’97. Dopo aver incantato in patria, il gioiello polacco è ora pronto a calcare i terreni di gioco della nostra Serie A, con l’obiettivo di scrivere nuove importanti pagine nella storia del suo nuovo club.

Zurkowski nasce a Tichy, città polacca della Slesia, il 25 settembre del 1997. Il giocatore muove i primi passi della propria carriera calcistica nelle giovanili del MOSiR Jastrzebie Zdroj e del Gwarek Zabrze, per poi trasferirsi al Gornik, la società più titolata nella storia del paese, nell’estate del 2014. Le cose non vanno immediatamente per il meglio nel nuovo club e il giocatore pare subire il grande salto effettuato. La sua forza di volontà e il suo amore per il pallone, tuttavia, paiono essere più forti di tutto. Zurkowski continua così a lavorare duramente, riuscendo ad ottenere la promozione in prima squadra due stagioni dopo il proprio arrivo nel Gornik. Il 13 novembre del 2016 è una data che il talentuoso centrocampista non dimenticherà facilmente. Minuto 88 della gara contro il Wisla Pulawi, Zurkowski prende il posto di Igor Angulo, disputando i suoi primi 2 minuti nella serie b polacca. 2 minuti in campo che vogliono dire riscatto; 2 minuti che cominciano a dar forma al suo sogno, quello di diventare protagonista nel calcio che conta. E’ l’inizio della sua ascesa. Zurkowski si tramuta immediatamente in una delle pedine fondamentali dello scacchiere tattico del Gornik, un elemento importante ed imprescindibile nel cuore del centrocampo. Dopo la promozione in Ekstraklasa ottenuta dal club, saranno 34 le presenze totali da lui collezionate in massima serie nella stagione 2017-2018. 2 le reti messe a segno, 7 gli assist serviti ai propri compagni. Davvero niente male. Il 1 settembre del 2017 arriva per lui anche il tanto agognato esordio con la Nazionale Under 21 nel match contro la Georgia, valido per le qualificazioni all’Europeo di categoria. Nell’estate successiva, viene inoltre inserito dal ct della Nazionale maggiore, Adam Nawalka, nel gruppo dei pre-convocati in vista del Mondiale di Russia. Nonostante la sua esclusione dalla lista finale, Zurkowski pare non abbattersi, rendendosi al contrario protagonista di un’altra incredibile stagione con il Gornik. 31 presenze in campionato e gli occhi di numerose big su di lui. Nel gennaio del 2019 è come detto la Fiorentina a bruciare la concorrenza e ad assicurarsi il suo prezioso ‘sì’. Il centrocampista polacco ha dunque posto la propria firma su un contratto che lo legherà al club viola fino al 2023, restando tuttavia in prestito al Gornik fino al 30 giugno di quest’anno.

Giocatore dotato di buone qualità tecniche e di un’ottima progressione, Zurkowski è un centrocampista capace di recuperare ingenti quantità di palloni e di rendersi inoltre estremamente pericoloso in fase offensiva. Bravo nel concludere verso la porta con entrambi i piedi, il classe ’97 è provvisto di una grande visione di gioco e di buone caratteristiche fisiche (185 cm per 78 kg). Solitamente impiegato come centrale in un centrocampo a 4, Zurkowski ha spesso interpretato il ruolo di mezzala, denotando perennemente una spiccata personalità all’interno del rettangolo verde. A partire dal prossimo luglio, il gioiello polacco dagli ampi margini di miglioramento andrà ad arricchire la rosa a disposizione del tecnico Vincenzo Montella. Un nuovo calcio, nuovi tifosi, nuove aspettative. E’ questo ciò che lo attende. Zurkowski sa che dovrà superare nuove difficoltà, ma è pronto per la sua nuova sfida.

Foto: scoutnation