Ultimo aggiornamento: sabato 04 luglio 2020 14:00

FIFA: “I calciatori che protestano per George Floyd meritano applausi, non sanzioni”

02.06.2020 | 22:45

Tramite un comunicato sul proprio sito ufficiale, la FIFA ha invitato le Federazioni nazionali a non sanzionare i tesserati che compiono gesti a sostegno delle proteste causate dalla vicenda di George Floyd: “La FIFA capisce appieno la profondità dei sentimenti e delle preoccupazioni espresse da molti calciatori sulle tragiche circostanze del caso legato a George Floyd. La FIFA ha già ripetutamente chiarito di essere contraria al razzismo e alla discriminazione, in ogni forma, e di recente ha rinforzato le proprie regole disciplinari, con l’obiettivo di aiutare a sradicare determinati comportamenti. La FIFA ha promosso numerose campagne anti-razzismo, che frequentemente portano messaggi antirazzisti nelle partite organizzate. L’organizzazione delle Regole del Gioco approvate dall’IFAB spetta agli organizzatori delle competizioni, che dovrebbero usare senso comune e tenere in considerazione il contesto che circonda le partite. Il presidente Infantino aggiunge: ‘Per evitare qualsiasi dubbio, in una competizione FIFA, le recenti dimostrazioni date dai calciatori della Bundesliga meriterebbero applausi e non punizioni. Dobbiamo dire tutti no al razzismo e a ogni forma di discriminazione. Dobbiamo dire tutti no alla violenza, in ogni sua forma.'”

 

 

Foto: sito ufficiale FIFA