Ultimo aggiornamento: venerdi' 15 november 2019 00:25

DAGLI ESORDI IN FINLANDIA ALLA CONSACRAZIONE IN BUNDESLIGA: HRADECKY, IL DOPO LENO IN CASA BAYER

27.04.2018 | 09:53

Il Bayer Leverkusen pensa al futuro e a rimpiazzare il partente Bernd Leno, estremo difensore tedesco che ha ormai deciso di salutare al termine della stagione. Per far fronte alla sua partenza è stato messo da tempo in cima alla lista dei desideri Lukas Hradecky, numero uno di proprietà dell’Eintracht Francoforte che quest’anno si è reso spesso protagonista con interventi salva risultato e parate decisive. La dirigenza delle Aspirine l’ha seguito in maniera costante, approfondita e, dopo mesi di attente valutazioni, ha sciolto definitivamente le riserve. Pertanto, salvo clamorosi colpi di scena, sarà lui il nuovo guardiano della porta del Bayer. Hradecky nasce il 24 novembre del 1989 a Bratislava, in Slovacchia, e sin dai primi tempi si avvicina al mondo del calcio, ma più che inseguire il pallone preferisce impedire che quest’ultimo entri in porta. Nonostante la giovane età inizia a sognare di diventare un calciatore e un portiere professionista. Nel 2008 si sposta in Finlandia ed entra nel settore giovanile Turun Palloseura, qui plasma il suo talento e coltiva la sua enorme passione che cresce di giorno in giorno insieme alla sua voglia di arrivare. Dopo qualche anno si trasferisce all’Åbo IFK in prestito per poi fare ritorno alla base. I suoi miglioramenti sono evidenti e la sua famiglia crede fortemente nel suo sogno, così nel 2009 arriva l’irrinunciabile proposta dell’Esbjerg fB. Il sodalizio danese mette sul piatto un’offerta importante e vede in Hradecky un enorme potenziale, il giovane accetta e si trasferisce senza pensarci due volte.

Nella penisola dello Jutland compie dei progressi notevoli, la sua stella inizia a brillare e in poco tempo si guadagna il posto in prima squadra e all’interno dell’undici titolare. Dal 2009 al 2013 disputa 76 gare ufficiali vincendo una Coppa di Lega e dimostrando palesemente di possedere delle qualità degne di nota. Qualità che non passano inosservate e il Brøndby, blasonato club danese, lo osserva attentamente e poi lo preleva a titolo definitivo sborsando una cifra vicina a 1 milione di euro. Con i gialloblu si rende ancora una volta protagonista confermando la sua esponenziale crescita, Hradecky ha tutte le caratteristiche del predestinato e nel 2015 arriva la tanto attesa occasione in un campionato di livello: l’Eintracht Francoforte cerca un estremo difensore di assoluta affidabilità e guardando le sue prestazioni, associate alle doti atletiche, se ne innamora letteralmente. Il classe 1989, che nel frattempo risponde alla chiamata della Nazionale finlandese, aspettava da tanto un’opportunità simile e non esita a lasciare i Drengene fra Vestegnen. Appena giunto in Germania, con la formula del prestito con diritto di riscatto, il suo impatto è dei migliori e il rendimento in campo dà ragione alla dirigenza del Francoforte che al termine della prima stagione esercita l’opzione presente all’interno del contratto trattenendolo in organico. Quest’anno Hradecky è in assoluto uno dei principali protagonisti del grande campionato condotto finora dai tedeschi allenati da Niko Kovac, dal 1° luglio nuovo tecnico del Bayern Monaco. Le Aquile occupano attualmente il settimo posto e sono soltanto a un punto dalla zona Europa League quando mancano due gare ancora da giocare. Indipendentemente da tutto ciò, il suo contratto andrà in scadenza il prossimo giugno e il Bayer Leverkusen, tenendo conto delle sue prodezze tra i pali, è pronto ad accaparrarselo. Hradecky, a 28 anni e dopo una lunga gavetta, è certamente il degno erede di Leno.

Foto: sito ufficiale Bundesliga