Ultimo aggiornamento: lunedi' 06 aprile 2020 23:25

Crotone, tutti i retroscena sull’allenatore. Un casting di 48 ore fino a quando Zenga…

08.12.2017 | 00:15

Quarantotto ore dopo le dimissioni di Davide Nicola, il Crotone ha scelto Walter Zenga. Soprattutto ha voluto avere la libertà di individuare la soluzione senza condizionamenti e puntando sull’entusiasmo del diretto interessato. Anche Alessandro Nesta lo avrebbe avuto, ma il Crotone ha subito memorizzato che sarebbe stato necessario prendere un tecnico con un minimo di esperienza. Proposto da un agente molto importante, Nesta non vede l’ora di allenare in Italia, ma subentrare in corsa in una situazione così delicata sarebbe stato troppo rischioso. Discorso valido anche per Montero, un’altra proposta della giornata di ieri, stessa riflessione del club. Se De Biasi avesse detto sì senza indugiare, l’operazione probabilmente sarebbe andata in porto. Ma De Biasi, reduce dalla non proficua esperienza con l’Alaves, vuole ancora aspettare. Avrebbe accettato Colantuono, ma di sicuro non si sarebbe sentito un’alternativa di tizio o caio. Quindi la sua candidatura, pur presa in considerazione, non si è riscaldata immediatamente e ha perso consistenza. E così, nel tardo pomeriggio, i contatti con Zenga e il sì dell’Uomo Ragno che vi abbiamo anticipato in assoluta esclusiva alle 19,55. Un sì che il Crotone ha incassato con grande piacere, senza perdere tempo.