Ronaldo Twitter Marca

Cristiano Ronaldo, numeri e segreti di un impero economico

Non solo dribbling, gol e giocate da fenomeno. Cristiano Ronaldo è un vero e proprio impero economico e finanziario, un’azienda dal valore stimato in 400 milioni di euro che va ben oltre il rettangolo verde e spazia dalla biancheria intima agli spot, dai tapis-roulant fino ai grandi alberghi e ai social network. CR7 è indubbiamente il numero uno del marketing e del personal branding. E le cifre non mentono: il portoghese nel 2017 è stato lo sportivo più pagato al mondo, avendo incassato nell’intero anno solare, secondo un’indagine di Forbes, quasi 100 milioni di euro. In questa speciale classifica precede il cestista LeBron James, Leo Messi, Roger Federer e un’altra stella della NBA, Kevin Durant. Gli esperti del settore hanno calcolato che ogni suo post a sfondo pubblicitario sui social – tra Facebook, Twitter e Instagram vanta oltre 300 milioni complessivi di follower – genera per l’azienda coinvolta un giro di affari superiore al milione e mezzo di dollari. Cristiano Ronaldo, dunque, non è solo un fenomeno sul campo da gioco e con la palla tra i piedi, ma è un uomo che ha costruito un immenso impero finanziario fondato sui suoi gol e sulla sua immagine. Gli sponsor personali sono innumerevoli: Tag Heuer, Herbalife, Clear, PokerStars, Nubia, XTrade, Sacoor Brother. CR7 ha una partnership con la catena di hotel Pestana con cui ha fondato un nuovo marchio di alberghi di lusso con due sedi, una a Lisbona e una Madeira. In passato era stato anche testimonial per Armani, Castrol, Coca Cola, Kfc, Emirates e Konami. Il suo brand compare su biancheria, scarpe, profumi e moltissimo altro. Senza dimenticare il contratto firmato a vita con la Nike, il cui valore complessivo è stimabile in 1 miliardo di dollari. Non solo dribbling, gol e giocate da fenomeno: il marchio CR7 è un vero e proprio impero economico e finanziario.

Mauro Cossu

Foto: Twitter ufficiale Marca

Archivio: Calciomercato