Ultimo aggiornamento: mercoledi' 14 febbraio 2024 23:02

Choc a Salerno, aggredita la figlia 18enne di Grassadonia. “Lasceremo la città”

09.05.2021 | 10:48

Gravissimo atto di violenza e intimidazione a Salerno, dove la figlia 18enne di Gianluca Grassadonia, allenatore del Pescara, è stata aggredita sotto casa da parte di alcuni esagitati “tifosi” della Salernitana.

Lunedì sera si giocherà Pescara-Salernitana, partita che potrebbe decretare la promozione del club campano in Serie A. Il Pescara è già retrocesso in Lega Pro, ed è allenato da Gianluca Grassadonia, tecnico salernitano, città dove vive insieme alla famiglia.

E’ la madre della ragazza, e coniuge del tecnico del Pescara, a spiegare su Facebook la drammatica e inspiegabile vicenda: “Dopo cinque giorni di minacce dirette alla nostra famiglia, quest’ultima follia è intollerabile – lo sfogo di Annabella Castagna, moglie di Grassadonia – Nostra figlia è stata aggredita con spintoni e calci affinché il papà capisca… tutto questo per una partita di calcio. Ringraziamo tutti coloro che ci hanno mostrato solidarietà, ma mi sembra chiaro che ora più che mai la nostra vita continuerà lontano da Salerno”. 

Intento ieri sera, Grassadonia, raggiunto da una telefonata dell’Ansa, ha solo detto: “E’ una vergogna”. 

Foto: Sito PVC