Ultimo aggiornamento: sabato 02 marzo 2024 00:27

Carnevali: “Addio a gennaio di Berardi? Non si può mai escludere nulla, ma servirà un’offerta importante”

22.09.2023 | 10:27

Intervistato da TuttoSport, l’amministratore delegato del Sassuolo Giovanni Carnevali ha rilasciato diverse dichiarazioni, sia sul rapporto con la Juventus che sulla situazione Berardi. Ecco le sue parole: “Rapporto privilegiato con la Juventus? Storia assurda. Facciamo affari con tutti. Anzi, tra i top club la Juventus è quella con cui operiamo meno. Basta guardare le varie sessioni per capire che lavoriamo con tutti. Berardi sta recuperando la forma migliore. E’ inevitabile che abbia patito un o sbandamento iniziale di fronte a una situazione in cui ti corteggia un grande club. Poi ha anche sofferto un piccolo infortunio… Ma adesso lo vediamo bene e si comporta da campione quale è. Addio a gennaio? Non si può mai escludere nulla, ma deve arrivare un’offerta molto importante, perchè noi non abbiamo bisogno di vendere. Magannelli? Sono felice che un nostro ex giocatore, grazie al lavoro del club e di Dionisi, inizi subito il percorso da allenatore. E mi auguro che possa essere l’inizio di una grande carriera: è sempre stato il nostro leader, ha incarnato fisicamente il nostro percorso dalla allora C2 fino alla Serie A. Locatelli? Sono molto affezionato a Manuel sia a livello personale sia come giocatore. Ricorderò sempre il giorno del suo arrivo dal Milan: la fatica, l’investimento… Ci credevamo e avevamo ragione. Lui può ricoprire più ruoli in mezzo al campo perché ha talento, qualità e carattere. È uno dei migliori talenti del nostro calcio. Frattesi? aveva l’ambizione di andare in un grande club, ma non ha espresso preferenze. La Juve è stata una delle prime a interessarsi ma poi, per strategia o per altre scelte, non ha affondato il colpo. C’erano altri club, dall’Inter al Napoli che ci ha provato non poco, e il giocatore ha fatto la sua scelta“.
Foto: Twitter Sassuolo