Ultimo aggiornamento: lunedi' 13 maggio 2024 21:35

Cannavaro: “Adesso non dobbiamo abbassare la guardia, le guerre si vincono sempre alla fine”

13.05.2024 | 21:15

Intervenuto ai microfoni di Dazn, il tecnico dell’Udinese, Fabio Cannavaro, ha così parlato dopo la vittoria per 2-0 contro il Lecce: “Nei primi 15 minuti c’è stata un po’ di sofferenza, quando sono arrivato era evidente che il gruppo fosse preoccupato e sfiduciato. Ci sono tante situazioni da gestire, molti calciatori sono rientrati da poco e, nell’arco di una gara, si devono fare una serie di valutazioni. Oggi, però, ho visto dei passi avanti. Percepisco che il gruppo ha ancora paura, ma dal ventesimo in poi ho notato nei ragazzi la voglia di guadagnare campo, di palleggiare, di portare palla, di arrivare in porta attraverso la costruzione. Il gol del vantaggio nasce da una delle tante cose che proviamo e riproviamo in allenamento. Adesso non dobbiamo abbassare la guardia, le guerre si vincono sempre alla fine. Ribadisco: ci sono molti aspetti sui quali dobbiamo crescere, quando non ragioniamo e non pensiamo provo un senso di fastidio. Voglio che, dopo la festa in campo, si salga sull’aereo pensando esclusivamente alla partita che verrà. Lucca? Anche lui ha attraversato un momento difficile, sto mettendo a sua disposizione la mia esperienza per spiegargli quali movimenti possano dare maggiormente fastidio alle difese avversarie. Sbloccarsi lo aiuterà a vivere meglio le prossime due settimane, se segni su un’azione studiata si innalza il livello di autostima. Non abbiamo risolto tutti i problemi, ma il tempo per incidere non è stato tanto e conta aver mosso la classifica. Ora due scontri diretti nei quali è necessario che tutti siano maggiormente propositivi. Se ci mettiamo dietro la linea della palla rischiamo di fare fatica, Empoli e Frosinone ti saltano addosso e tatticamente sarà opportuna una gestione differente”.

Foto: Twitter Cannavaro