Buffon Twitter uff Uefa

Buffon: “Squalifica giusta, non vedevo l’ora di tornare. Difficile vincere a Napoli. Il rigore? Io sorridevo, ma Insigne…”

Gianluigi Buffon, attuale portiere del Psg e fino a pochi mesi fa alla Juventus, ha parlato dopo il pareggio con il Napoli per 1-1 ai microfoni di Sky Sport: “Venire a Napoli e vincere facilmente non ho mai visto nessuno farlo. Qui ho vinto due volte in tutta la mia lunga carriera e ho giocato in squadre forti. Questo vuol dire che vincere a Napoli è tutt’altro che facile. Abbiamo provato a gestire palla e partita nel primo tempo, poi loro hanno fatto un altro tipo di gara. Siamo stati compatti e bravi a lottare e a dare l’impressione di essere una squadra solida. Abbiamo avuto delle difficoltà ad inizio ripresa, è cambiato il modo di giocare del Napoli e, di conseguenza, era normale subire qualcosa. Il loro gol è meritato, il pareggio va bene perché abbiamo giocato un tempo a testa. Se mi mancava la Champions League? Sì, mi mancava perché pensavo di aver subito un torto. Non parlo della squalifica per le dichiarazioni post-Madrid, quella è stata giusta, ma per il cartellino rosso che mi è stato comminato a Madrid che è stato incredibile. Era importante ora farsi trovare pronti e dare una mano ai miei compagni perché stasera si trattava di un match delicato. Il rigore e Insigne? Io sorridevo in quel momento, ma Insigne per niente. Non ho protestato? Se non è una cosa particolare è difficile che io possa protestare. A volte l’ho fatto, ma sempre con buone ragioni”.

Foto: Twitter Uefa

Archivio: Altro