Ultimo aggiornamento: martedi' 18 giugno 2024 20:20

Buffon ricorda Riva: “I suoi risultati sono l’ambizione di ogni essere umano. Ma sono irreplicabili”

23.01.2024 | 22:00

L’ex portiere Gianluigi Buffon, oggi capo delegazione della Nazionale italiana, è intervenuto ai microfoni di Sky Sport per unirsi al ricordo di Gigi Riva, la cui camera ardente è stata aperta oggi al pubblico in quel di Cagliari e a poche ore di distanza dalla scomparsa del 79enne: “Il primo ricordo, la prima volta che ho sentito parlare di lui è nei racconti di mio padre e di mia madre. Le sue gesta, anche nel calcio, mettevano in risalto la grandezza del campione e dell’uomo. Gigi è entrato nel cuore della gente per le scelte fatte, è stato coerente sempre e comunque. Penso che raggiungere i suoi risultati sia l’ambizione di ogni essere umano ma è irreplicabile quanto ha fatto, sono cambiate le priorità di calciatori e società. Ha vissuto in libertà come voleva, per merito della Sardegna”.

Indimenticabile per lui il primo incontro: “Ricordo che rimasi inibito di fronte a tale presenza. Era autorevole anche senza parlare. Ho avuto la fortuna di starci spesso vicino, aveva la delicatezza di non entrare mai nel merito delle questioni tecniche. Si spendeva in maniera opportuna, non voleva far pesare il suo passato, non gli apparteneva”.

Insieme hanno vissuto anche il trionfo del Mondiale 2006: “Lì è stato una figura determinante, assieme a Lippi. In quella situazione è stato di conforto e fiducia sapere di avere due cardini come loro. Ricordo il nostro abbraccio dopo il trionfo, era la chiusura di un cerchio”.

Foto: Instagram Italia