Ultimo aggiornamento: venerdi' 22 november 2019 12:53

Brescia, inizia l’era Grosso: “Trattativa improvvisa, sfida difficile e stimolante. Sono pronto”

06.11.2019 | 11:07

In casa Brescia inizia l’era Fabio Grosso, il nuovo allenatore delle Rondinelle è stato presentato poco fa in conferenza stampa: “La trattativa? È stata una cosa improvvisa, è partito tutto dopo l’incontro. Sono orgoglioso e contento di affrontare un’avventura difficile ma stimolante. Faremo il possibile per sfruttare questa occasione. Difficile subentrare? È la prima volta che mi capita di subentrare. Sono felice di affrontare questa avventura, spero il prima possibile di riuscire a trasmettere la mia passione. Eredito una squadra che ha fatto bene in B, in A ha mantenuto la sua identità. Saluto Eugenio che è un amico, ribadisco i complimenti che gli ho fatto in passato. Abbiamo le caratteristiche per fare bene. Qui ho trovato un gruppo disponibile, con tante caratteristiche. C’è un bel mix, sappiamo che il campionato è complesso. Ci saranno tanti momenti difficili come quello che sta attraversando, già dal prossimo match abbiamo l’intenzione di mettere fieno in cascina. Riusciremo a raggiungere l’obiettivo. So che impronta ha lasciato Corini. Io guardo avanti, lavorerò continuamente per lasciare una nostra impronta. L’obiettivo è quello di salvarsi anche all’ultimo minuto dell’ultima partita. Ho rinunciato all’aspetto economico? È la cosa meno importante, è un’occasione talmente grande che tutto il resto è stato relativo. Ho entusiasmo, non ho mai allenato in A. Ogni singolo giorno dobbiamo arrivare a prendere ogni energia per arrivare all’obiettivo. Le caratteristiche, quando si alzano i livelli, ti portano dei dubbi. Io sono convinto che le caratteristiche sono giuste per poter arrivare alla salvezza. Cellino è esigente? Con un’opportunità del genere non ci sono preoccupazioni. Conosco le insidie, ma guardo le opportunità. Ho tra le mani un gruppo sano con qualità, in tantissimi interpreti queste caratteristiche possono crescere. Il presidente ha un carattere particolare, ma ho scoperto tanti spunti interessanti. Nei momenti difficili bisognerà essere bravi a trovare la lucidità, ma io sono pronto. È un momento bello della mia carriera. La mia idea di calcio? Abbiamo poco tempo per esprimere, poi avremo più giorni. Alla base del mio pensiero è quello di sfruttare tutti gli interpreti. Ci alleneremo per capire quali saranno i migliori per le partite che arriveranno. Balotelli e Donnarumma sono due attaccanti che cercano la porta, vediamo quale sarà la soluzione migliore. Non ha senso stravolgere niente e mi piace ciò che è stato proposto, nel tempo cercherò di mettere quello che ho di mio. Voglio esaltare la squadra, insieme si può raggiungere l’obiettivo. Per assurdo dobbiamo sfruttare le caratteristiche dei debuttanti, per mettere dentro tutto quello che si ha. Per non è un derby, è importante perché sarà la prima che farò qui. Mi piacerebbe tornare a conquistare punti in casa, questo è uno stadio che ti trasmette e ti dà. Quando ci sono passato da avversario ci ho sempre lasciato le penne. Ora ho la fortuna di averlo dalla mia parte. Ricordi di Brescia? Ho trovato un bell’ambiente, speriamo che sia stato un buon auspicio quell’incontro. È un campionato che ha già messo davanti la squadra a diverse difficoltà, dobbiamo andare alla ricerca di punti in ogni partita. Le mie esperienze precedenti? È un discorso molto lungo. Ho parlato poco, chi sa analizzare in maniera onesta è in grado di capire. Si possono scoprire tante cose che sono state dette. Poi dipende sempre dall’obiettivo, dopo quattro anni sono arrivato in un momento difficile. Se ricordo bene a due giornate dalla fine eravamo ancora in corsa per i playoff, le cose si possono vedere da varie angolazioni. Con grande onestà mi sono sempre distaccato e mi sono messo sempre in discussione, è importante per migliorare. So di essere al centro di considerazioni e critiche: quelle fatte con onestà me le prendo, le altre mi scivolano. Un messaggio ai tifosi? Per me le promesse non contano tanto. Ho la sensazione di essere arrivato in un buon ambiente, tutti i giorni cercherò di dare il massimo per rendere felici i tifosi. L’obiettivo è troppo grande per centellinare le energie. Dovremo essere in grado di dare il massimo”.

Foto: Brescia Twitter