Ultimo aggiornamento: giovedi' 14 november 2019 16:56

Boban: “Un cambio di allenatore è una sconfitta per tutti. Non parlo di Spalletti”

09.10.2019 | 14:16

Durante la conferenza stampa di presentazione di Stefano Pioli, il dirigente rossonero Zvonimir Boban ha parlato della scelta e del momento attuale del Milan. Queste le sue dichiarazioni: “Non fa piacere essere qua per un cambio di allenatore, che è una sconfitta per tutti anche a livello personale. Dobbiamo però andare avanti con una scelta che pensiamo giusta per il Milan, così come credevamo lo fosse quella che avevamo preso in estate. Faccio un in bocca al lupo a Stefano Pioli, un grande allenatore che arriva in un momento difficile. Se siamo qui vuol dire che ci sono delle responsabilità anche nostre. Ma non dobbiamo buttarci giù, almeno fino a quando non ci si rende conto che non stiamo più facendo il bene della società. L’importante è non perdere mai la dignità. Ci dispiace per questa situazione, ma è il calcio. Non parlo di Spalletti, validissimo allenatore, ma la nostra scelta è stata Stefano Pioli. È normale che ci siano stati in lista i nomi di tanti allenatori liberi, ma abbiamo puntato diretti su Pioli che è un tecnico che conosce il nostro club e la realtà del calcio italiano. Non siamo la squadra più forte del mondo, ma non siamo neanche la squadra che si è vista finora. Con Pioli siamo convinti che si possa vedere un gioco migliore rispetto a quanto visto fino ad ora. Dobbiamo puntare a migliorare per riportare il Milan dove deve. Siamo ogni giorno a lavorare per capire come fare grande questo Milan. Qualche giocatore di esperienza ci verrebbe utile, ma sappiamo che il mercato ha delle dinamiche precise. Abbiamo puntato su determinate qualità tecniche in estate. Siamo quelli che siamo adesso e abbiamo molte più forze da mettere in campo. Sappiamo bene che possiamo fare tanto meglio“.

Foto: sito ufficiale Milan