Ultimo aggiornamento: venerdi' 09 febbraio 2024 22:42

Benatia: “Pogba mi disse che sarebbe voluto tornare alla Juve. Allegri con me non è stato corretto”

05.03.2023 | 10:20

Medhi Benatia, ex difensore di Roma e Juventus, ha rilasciato un’intervista ai microfoni de La Gazzetta dello Sport in occasione della sfida di questa sera tra le due squadre: “Se penso alla Roma mi vengono in mente l’atmosfera, la passione per il calcio, l’ambiente e i tifosi. Che brividi quando facevo gol e andavo sotto la curva sud. Mentre il primo pensiero sulla Juve sono i titoli vinti”.

Su Pogba:Paul quando sta bene è determinante: garantisce tecnica, fisicità, gol e assist. Mi dispiace tanto per lui, ha vissuto un anno difficile. È una persona per bene. Non sono stupito di rivederlo alla Juve perché quando lo affrontammo a Manchester, lui mi disse che amava la Juventus e sarebbe voluto tornare. Appena sarà al top, porterà la squadra in alto”.

Su Dybala e Allegri:Mi è dispiaciuto che Paulo sia andato via dalla Juve, era amato da tutti. Non so cosa si sia rotto con i dirigenti bianconeri. Paulo è uno dei primi tre migliori giocatori del campionato, un top player. Mi piace vederlo a Roma, ero sicuro che sarebbe diventato l’idolo. Per come vive il calcio Paulo, Roma è perfetta per lui. Poi ha trovato un top allenatore come Mourinho. Anche a me sarebbe piaciuto essere allenato da Mou. Ma non mi posso lamentare: ho avuto Garcia, Guardiola, Allegri… E non dimenticatevi di Guidolin, un grandissimo. Allegri l’ho sempre rispettato. Con me non è stato corretto e ha sbagliato: basta chiedere a Chiellini, Bonucci e Barzagli. Però gli voglio bene lo stesso perché è una buona persona e poi parliamo di cose passate. Max e il suo staff vanno rispettati. Io sono molto legato a Landucci”.

Foto: Twitter Benatia