Ultimo aggiornamento: venerdi' 01 marzo 2024 21:45

BEN WHITE, DIFENSORE A PESO D’ORO

31.07.2021 | 12:45

L’Arsenal ha ufficializzato nella giornata di ieri l’acquisto del difensore Ben White, pagandolo 50 milioni di sterline, circa 58 milioni di euro dal Brighton. Un prezzo altissimo, che conferma la tradizione di come in Premier, negli ultimi anni, ci sia questa indicazione nel pagare i difensori a cifre mostruose.

Ricordiamo le cifre astronomiche spese per Maguire (80 milioni di sterline) dallo United, o Van Dijk dal Liverpool (75 milioni di sterline). Il primo in Italia invece è De Ligt della Juve, pagato 2 estati fa circa 70 milioni di euro.

Si avvicina a questa cifre Ben White, che l’Arsenal ha voluto fortemente prelevandolo dal Brighton.

Ma scopriamo meglio chi è il 23enne difensore. Ben White ha all’attivo una sola stagione in Premier League dopo che i seagulls lo avevano mandato per anni a farsi le ossa nelle serie minori: solo tre anni fa era in quarta divisione, al Newport, poi un gradino alla volta Peterborough, Leeds e finalmente il massimo campionato nella casa madre la scorsa stagione. Una stagione di alto livello al Brighton, condita da 36 presenze in Premier, senza però riuscire a segnare.

Campionato però esaltante il suo, al punto da convincere Gareth Southgate a convocarlo per gli Europei anche se non ha mai messo piede in campo. Vanta due presenze nella Nazionale dei tre leoni, entrambe nelle amichevoli pre-Europeo, contro Romania e Austria, entrambe vinte 1-0 dai britannici.

Ma cosa ha spinto l’Arsenal a pagarlo suon di sterline? Basta vedere i numeri. Il Brighton la scorsa stagione è stata la terza miglior difesa della Premier, incassando solo 7 gol in più del Manchester City campione. Una difesa perfetta che ha sorpreso tutti. Ma quello che piace di Ben White è la sua duttilità.

Può giocare sia in una difesa a 4 che a 4 ricomprendo i ruoli di centrale difensivo ma anche all’ occorrenza come terzino destro o addirittura mediano.

Inoltre è molto bravo ad impostare il gioco, essendo in possesso di un buon piede dal quale impostare le azioni dal basso per la propria squadra. Essendo poi un classe 1997, può ancora migliorare tanto e dimostrare le sue qualità anche in competizioni europee.

Unico neo, se vogliamo, la sua poca propensione al gol, una sola rete nelle ultime 4 stagioni, ma un difensore i gol li deve evitare, non mettere a segno. Poi, se arrivano anche quelli, ben venga. Di certo, Ben White è un acquisto di spessore per i “Gunners” con Arteta che spera di poter risolvere con questo investimento, i tantissimi problemi difensivi del suo Arsenal che nell’ultima stagione, nella fase difensiva, ha faticato e non poco.

Foto: Twitter personale