ancelotti

Ancelotti: “Il Napoli mi emoziona. Noi l’anti-Juve? Nessuna paura. Su Cavani e Ibra…”

Carlo Ancelotti, tecnico del Napoli, ha presentato la sfida con l’Empoli in conferenza stampa. Ecco le sue parole: “Chi è l’anti-Juve? Ci sono parecchie squadre che puntano ad avvicinarsi alla Juve. L’Inter ha fatto una serie positiva, s’è avvicinata come noi e non fa altro che aumentare la competitività del campionato. Si sta riavvicinando anche il Milan, come nelle previsioni iniziali. Più competizione c’è e più si abbassa la quota scudetto.Noi faremo un bilancio al termine del girone di andata e capiremo cosa accadrà. Il ruolo di anti-Juventus, comunque, non ci spaventa. Qui gli obiettivi sono molto chiari.  Preservare Insigne? No, preservarlo no. Se ci sarà turnover, e ci sarà, è per preparare bene la partita col Psg con giocatori freschi, non per far riposare qualcuno. Alla prossima non ci pensiamo, dobbiamo fare bene questa. Milik? L’attaccante viene spesso giudicato solo per i gol che fa. Sta vivendo un periodo d’astinenza, ma in realtà ha lavorato molto fisicamente con la Roma. Io non chiedo mai di fare gol agli attaccanti, ma di muoversi in sintonia con gli altri e lui lo sta facendo. Non vedo problemi, di nessun tipo. Il livello di gioco della squadra mi soddisfa, non lo posso nascondere, anche se le insidie sono dietro l’angolo e il calcio è così, con momenti buoni che diventano in un attimo complicati e viceversa. La squadra mi piace e mi dà emozione. Ghoulam? Sta lavorando completamente con la squadra, ma usiamo tutta la cautela del caso perché è fuori da un anno. Desiderio di volere qualcuno? No, il desiderio è di allenare una squadra che mi dà emozione ma è una realtà, quindi non posso chiedere di più, in un bell’ambiente con un gruppo che mi segue ed un club che mi sostiene. Il desiderio di un allenatore è questo. Il desiderio può essere di mantenere questo a lungo. Rumors su Ibrahimovic e Cavani? In questo momento non parliamo di mercato. E’ tutto molto prematuro, tra l’altro Cavani dovremo affrontarlo tra quattro giorni. Sarebbe anche poco rispettoso parlarne per rispetto di chi è qui, sta facendo bene e mi soddisfa a pieno. Come si diventa un allenatore vincente a 3 stelle? Forse ho avuto culo… (ride, ndr)”.

 

Foto: Twitter ufficiale Napoli

Archivio: News