Ultimo aggiornamento: giovedi' 12 dicembre 2019 19:32

Al sesto giorno (senza allenatore) Ferrero sta per incassare l’ultimo sì di Ranieri

11.10.2019 | 12:13

È venerdì 11 ottobre, quindi quasi sei giorni da quando la Samp (sabato scorso) ha perso a Verona, praticamente licenziando Di Francesco. Poi è arrivata la risoluzione consensuale, ma anziché affrettarsi garantendo una guida alla squadra nella settimana della sosta, la Samp si è persa nei sentieri di montagna. Dopo diversi no e rifiuti, adesso (quasi al sesto giorno senza allenatore) Ferrero sta per rioccupare nuovamente la panchina. Ha corteggiato Ranieri, tenendo in stand-by Inchini, ieri una lunga giornata romana con corteggiamento, offerta, riflessioni, apertura dell’ex Roma, ma alle sue condizioni (contratto importante e garanzie sul mercato). Ora Ferrero sta per accontentare in tutto e per tutto Ranieri anche perché sprecare altro tempo significherebbe battere altri record (negativi). Certo, se la Samp fosse stata più solerte e tempestiva avrebbe programmato meglio il lavoro con un allenatore che serviva come il pane. Invece no, ma non si può pretendere tutto all’interno di una situazione che – prima e dopo la mancata cessione – ha vissuto momenti non all’altezza del blasone del club.
Foto: Twitter Roma