Ultimo aggiornamento: giovedi' 15 aprile 2021 19:55

Ajax a raggi X: pregi e difetti dell’avversaria della Roma in Europa League

19.03.2021 | 23:20

L’urna di Nyon, sede dei sorteggi dei quarti di finale di Europa League, ha deciso che sulla strada della Roma ci sarà l’Ajax. Un tabellone non proprio semplice quello dei giallorossi, soprattutto perchè oltre al valore degli avversari dei quarti, in caso di approdo in semifinale ci sarà la vincente di Granada-Manchester United.
Il club olandese è in testa all’Eredivisie a +8 e con una partita in meno dell’inseguitrice e rivale da sempre, il PSV.

PUNTI DI FORZA
L’attacco è senza dubbio il punto di forza: media gol altissima (2.69 a partita) e 18 marcatori diversi a segno in stagione. In Eredivisie sono addirittura 78 le reti messe a referto in 25 partite, soltanto 19 quelle concesse.

PUNTI DEBOLI
L’obiettivo principale che persegue il club di Amsterdam è il bel gioco e la crescita di giovani calciatori. Della squadra che sfiorò la finale di Champions League nel 2019 ne sono rimasti pochissimi (tra i titolari di oggi solo Tagliafico, Blind e Tadic), il ricambio è continuo e di estrema qualità ma con tanti giovani si può fare fatica in appuntamenti così importanti.

DUE ASSENZE IMPORTANTI
Non ci saranno il portiere Onana, squalificato per 12 mesi perchè positivo all’antidoping (avrebbe preso per errore un farmaco prescritto alla moglie) e Haller, attaccante arrivato a gennaio dal West Ham per 22mln. Quest’ultimo è fuori dalla lista europea dell’Ajax per un errore di compilazione.

LA STELLA
Dusan Tadic è sicuramente la stella di questa squadra, nonchè il capitano, parliamo di un 32enne dal talento indiscutibile: 20 gol e 19 assist nella stagione in corso possono testimoniare l’apporto che dà ai compagni.

L’ALLENATORE
Erik Ten Hag allena l’Ajax dal 2017, con lui sono esplosi De Ligt, De Jong, van de Beek, Ziyech e non solo, l’impresa del 2019 porta la sua firma ma non si vuole fermare qui. Ha già vinto un titolo di Eredivisie e nel 2020-21 è molto vicino a riuscirci ancora. Ha dichiarato di non essere mai stato all’Olimpico e sarà una prima volta purtroppo senza pubblico sugli spalti, ma di importanza assoluta.

LA FORMAZIONE TIPO
Ajax (4-3-3): Stekelenburg; Rensch, Alvarez, Martinez, Tagliafico; Klaassen, Gravenberch, Blind; Antony, Tadic, Neres.

 

Foto: Twitter Ajax

Antonio Iannone