Ultimo aggiornamento: venerdi' 23 agosto 2019 11:45

QUALITÀ E PERSONALITÀ DA VENDERE: SANDLER, IL NUOVO CHE AVANZA IN CASA CITY

07.01.2019 | 12:35

In estate il Manchester City aveva piazzato un importante colpo di prospettiva, strappandolo alla folta concorrenza degli altri top club europei. Ora, per Philippe Sandler è arrivato anche il momento del debutto ufficiale con la maglia del club inglese. Un esordio da incorniciare considerato il risultato finale: 7-0 rifilato al Rotherham, con la squadra di Guardiola che ha staccato agevolmente il pass per i sedicesimi di finale di FA Cup. Subentrato al 67′ al posto di De Bruyne, Sandler è stato schierato da Pep nell’insolita posizione di centrocampista arretrato, lui che nasce e cresce come difensore centrale puro. Nonostante il ruolo “improvvisato”, il debuttante si è destreggiato bene in mezzo campo, rendendosi molto utile alla causa Citizens. E dopo mesi in cui il giovane olandese è stato tormentato dagli infortuni, ora il City è pronto a puntare sull’ennesimo talento in rampa di lancio.

Philippe Sandler nasce ad Amsterdam il 10 febbraio 1997. Muove i primi passi nel florido settore giovanile dell’Ajax, dove gioca fino all’estate 2016, quando inizia la sua avventura con il Pec Zwolle. Qui esordisce tra i professionisti il 13 agosto 2016 in un match perso 3-0 contro lo Sparta Praga. Poi, in due stagioni, il giovane centrale colleziona 33 presenze impreziosite anche da una rete, conquistandosi l’etichetta di uno dei difensori più promettenti dell’Eredivisie. Non a caso, il club olandese in passato ha battuto la concorrenza di molte società locali pur di accaparrarsi Sandler, finito subito nel mirino delle big d’Europa. A spuntarla, alla fine, è stato il Manchester City che, dopo averlo osservato con attenzione per diverso tempo, nel gennaio 2018 lo acquista per circa 3 milioni di euro e lo lascia in prestito altri sei mesi alla società olandese. In estate può dunque iniziare la sua nuova avventura in Inghilterra, ma una serie di infortuni ne rallentano l’inserimento alla corte di Guardiola. Poi, in occasione del match di FA Cup contro il Rotherham, ecco l’esordio ufficiale in maglia Citizens, un importante attestato di stima del tecnico spagnolo nei confronti dell’olandese.

Personalità da vendere, caratteristiche da difensore molto promettenti e un futuro già scritto. L’Olanda di certo stava stretta a un calciatore con le qualità di Philippe Sandler, che per l’aspetto fisico e le doti tecniche (oltre che per la capigliatura) ricorda molto il brasiliano David Luiz. I piedi non sono certo da centrale difensivo, così come le sfuriate offensive che spesso e volentieri lo rapiscono, portandolo lontano decine di metri dalla propria linea arretrata. Una peculiarità che probabilmente ha stregato anche Guardiola, pronto a scommettere forte su Sandler in vista della seconda metà di stagione. Le premesse per una carriera luminosa ci sono tutte.

 

Foto: Twitter ufficiale Manchester City