Ultimo aggiornamento: lunedi' 16 settembre 2019 22:25

Petrachi: “Siamo un po’ delusi, Burdisso andrà via. Belotti? Resta solo chi ha entusiasmo…”

20.05.2018 | 15:28

Gianluca Petrachi, direttore sportivo del Torino, ha fatto il punto in casa granata parlando ai microfoni di Premium Sport: “La stagione? Un po’ di delusione c’è perché il mercato estivo era stato decantato a inizio stagione, vedevamo il Torino come una favorita per l’Europa League, però poi è importante che ci sia coesione di gruppo e valori importanti, è mancato qualcosa in alcuni momenti, non siamo stati all’altezza e quando si sostituisce un allenatore qualche problema c’è, ora dobbiamo ripartire nel migliore dei modi, facendo meno errori sul mercato, costruendo una buona squadra. Se Belotti resta? Questo è un discorso che vale per lui e chiunque, chi rimane deve rimanere con voglia ed entusiasmo, lui è anche il capitano, deve dare l’esempio. Bisogna tornare indietro, deve arrivare gente da Toro, che dimostri di voler questa maglia, con voglia e ambizione. Resterà se ha voglia di restare, siamo convinti che ne abbia e vale per tutti. Superficiale parlare di mercato e di 100 milioni. Belotti è importante poi il mercato si conosce, se arriverà qualche proposta importante e il ragazzo vorrà andare dobbiamo fare delle valutazioni, se vorrà rimanere saremo più felici di lui. La coesione del gruppo si basa su determinati valori, un professionista che sa di essere un grande club e sa che può sedersi in panchina, in alcuni momenti è venuta meno. Facevamo due tre gare di livello, poi un po’ meno. Forse qualcuno aveva un po’ di mal di pancia, tutti devono avere la stessa motivazione e fare il massimo. Quando tutti pensiamo ad essere titolari a volte si pensa all’io e non al noi e al Torino bisogna pensare al noi. Lui è il capitano e da capitano deve trasmettere e voglia ed entusiasmo a tutti, non tiene la fascia tanto per tenerla, bisogna capire quando si sta fuori, quando non si deve giocare perché qualcuno sta meglio, la coesione di gruppo è anche questo. Burdisso? Difficile che resti, vogliamo dare più spazio a giocatori sul quale crediamo molto, cercheremo un altro centrale su indicazione di Mazzarri. I convocati granata di Mancini in nazionale? Sono contento per Baselli, credo che se lo meritasse, è un giocatore che è cresciuto tanto, anche un po’ sottovalutato, anche per lui credo che la linfa della nazionale gli possa dare autostima, su Sirugu è giusto premio per l’ottima stagione. Belotti? Credo che la nazionale debba ripartire da lui, è un giocatore completamente recuperato e può fare il bene della nazionale”.

Foto: sito ufficiale Torino