Twitter Torino

Mihajlovic: “Lazio da Champions. Belotti? Si farà di tutto per trattenerlo”

Il tecnico del Torino, Sinisa Mihajlovic, ha presentato così in conferenza il posticipo di domani sera contro la Lazio: “Affrontiamo una delle squadre più in forma del campionato, una squadra da Champions. Voglio fare i complimenti a Inzaghi, ha costruito un grande gruppo. Sarà una partita difficile, in questa stagione abbiamo sempre faticato fuori casa e la Lazio non è l’avversario migliore per invertire la tendenza, ma proveremo a metterli in difficoltà. La Lazio ha fatto quasi tutti i gol da dentro l’area di rigore grazie ai loro esterni che crossano in mezzo, dobbiamo essere bravi a limitarli. Dobbiamo essere attenti e quando si apriranno gli spazi essere cinici e sfruttare le occasioni. È la sfida tra l’ex Immobile e Belotti? Sono due attaccanti molto forti, io mi tengo il Gallo perché è il migliore di tutti. Potevano essere ancora insieme al Toro, poi Ciro ha fatto una scelta diversa e va rispettata. Il nostro modulo esalta le caratteristiche di Belotti. L’obiettivo del Torino? Lo stesso della settimana scorsa, ovvero fare il record di punti in seria A. Ogni giocatore deve trovare le motivazioni dentro se stesso per ogni singola partita. Contro la Lazio è una grande partita e tutti sono concentrati e sanno che qui al Torino se giochi al 60% rischi di perdere sempre. Abbiamo cambiato molto, secondo me questa è una delle migliori stagioni del Torino. Iturbe? Ora sta molto meglio, lo vedo in allenamento. Deve ritrovare serenità e spensieratezza. Lui sa cosa voglio io dal punto di vista tattico, quando ha la palla sa cosa fare. Sa saltare l’uomo, può darci una mano davanti. Le parole di Cairo sull’ottavo posto? “Sono abituato ad ascoltare le parole dei presidenti, non a commentarle. Il presidente non voleva mettere pressione ai ragazzi. Ljajic? “Quando è entrato nelle ultime due partite ha fatto bene. Domani giocherà dall’inizio e vedremo se continua a giocare come sa. Sappiamo che può dare di più, non posso ripeterglielo sempre, ma non deve dimostrare niente a nessuno. Il momento di Belotti? Gli dico di non dimenticarsi mai da dove viene. Deve restare umile e continuare a lavorare bene. Se una squadra mette sul piatto 100 milioni il presidente può fare poco, anche se poi dipende dal giocatore. Il Torino farà di tutto per trattenerlo, vedremo in estate”.

Foto: Twitter Torino

Commenti

Archivio: News