Ultimo aggiornamento: giovedi' 27 giugno 2019 00:20

LAMPI DI GENIO, CORSA E FIUTO DEL GOL: JOE WILLOCK, IL 19ENNE RIVELAZIONE DELL’ARSENAL

09.01.2019 | 12:30

Joe Willock è nato a Waltham Forest, periferia di Londra, il 20 agosto del 1999. E’ alto un metro e 79, pesa 71 chili, mentre la sua famiglia è originaria dell’isola di Montserrat nelle Piccole Antille, mar dei Caraibi. Stiamo parlando dunque di un diciannovenne che di ruolo fa la mezzala, ma soprattutto di un giocatore che ha qualità straripanti ed è un infaticabile maratoneta. Il tutto unito ad un feeling con le reti sorprendente. È con queste caratteristiche che il giovane si è presentato in campo sabato 5 gennaio contro il Blackpool in FA Cup. Un biglietto da visita che è stato impossibile non notare sia per gli addetti ai lavori che per i tifosi. La malcapitata squadra è infatti finita ko con un secco 3-0 grazie soprattutto alle sue due marcature. Gol per nulla casuali se si considera il fatto che anche all’esordio in Europa League contro il Vorskla il giovanissimo talento dell’Arsenal era finito per segnare. Una scommessa che più che da Unai Emery è stata vinta dall’ex tecnico dei Gunners, Arsene Wenger. È stato difatti proprio il francese a farlo debuttare a diciotto anni in Premier League nel match contro il Newcastle.

Non l’unica presenza l’anno scorso. Nella scorsa stagione infatti ha collezionato anche cinque gare disputate in Europa League, tre in Coppa di Lega ed una anche in Coppa d’Inghilterra nella partita contro il Nottingham Forest. Insomma, un ruolino di marcia considerevole sia per l’età che per il peso della maglia che ha indossato e che veste ancora. Il tutto condito da una titolarità pressoché fissa nella Nazionale inglese Under 20 allenata da Paul Simpson. Ma, a ben vedere, scavando un po’ più a fondo non vi è poi molto da sorprendersi di fronte a queste qualità esplose così precocemente, alla fiducia in lui riposta dai tecnici della prima squadra del club londinese e soprattutto al numero di reti realizzate. Willock infatti ha avuto nelle giovanili un allenatore che non necessita di presentazioni. Si tratta infatti di Thierry Henry, vero e proprio bomber nonché leggenda dei Gunners. Infine, alcune curiosità: Joe ha due fratelli giocatori. Matthew, un classe ’96 che di ruolo fa il regista e tornato recentemente al Manchester United da un prestito agli scozzesi St. Mirren, e Chris. Quest’ultimo è invece un esterno offensivo che in passato ha militato anch’esso nell’Arsenal ed ora si trova nella squadra B del Benfica.

Foto: Sport Bild