Ultimo aggiornamento: venerdi' 16 aprile 2021 10:49

Il retroscena: Grosso, sì al Frosinone anche per otto partite e senza vincoli. Era stato in corsa prima di Nesta

22.03.2021 | 18:27

Fabio Grosso ha detto sì al Frosinone e non ha messo vincoli particolari sul nuovo contratto. Il tecnico esonerato dal Sion e che si libererà senza alcun tipo di problema, ha accettato da parte del club di Stirpe una proposta soltanto per otto partite, superando l’iniziale richiesta che avrebbe potuto prevedere un contratto fino al 2022. E’ possibile che venga messa sul contratto un opzione di rinnovo automatico in caso di playoff, un obiettivo oggi non semplice da realizzare. Grosso ha grande voglia di tornare a lavorare, lo stesso aspetto economico non sarebbe un problema e – come anticipato – i contatti possono portare a una rapida fumata bianca. In queste ore Grosso è a Torino ma si sta organizzando per l’incontro con il suo probabile nuovo club. Il Frosinone ha scartato Ventura già all’ora di pranzo, anche per le perplessità di quest’ultimo, ha valutato l’opzione Sullo (vice storico dello stesso ex ct), e poi ha virato con decisione su Grosso. La curiosità: il campione del Mondo del 2006 era stato in ballottaggio proprio con Alessandro Nesta prima che il patron Stirpe virasse su quello che è ormai l’ex allenatore del Frosinone. Ma i rapporti e la stima sono rimasti intatti, al punto che ormai siamo vicini a una svolta.

 

 

Foto: Rai Sport